— Castello di Spessa soc. Agricola ar.l
Via Spessa, 7
Capriva del Friuli (GO)
Tavernetta al Castello
pranzo e cena
tutte
Turno di chiusura: domenica a cena e lunedì
In questo territorio ritroviamo esperienze uniche, frutto delle contaminazioni fra storie, anche gastronomiche, diverse che qui hanno sempre convissuto. Antonino Venica da anni cucina utilizzando i prodotti che crescono lungo il confine…

Per capire il concetto di “cucina di confine” bisogna arrivare qui, all’ombra del castello di Spessa. Gorizia è a 10 chilometri, ma il confine con la Slovenia è a cinque minuti di auto. In questo territorio, dove i soldati angloamericani passavano con la calce per indicare la nuova frontiera tra Est e Ovest dopo la Seconda guerra mondiale, ritroviamo esperienze uniche frutto delle contaminazioni fra storie, anche gastronomiche, diverse che qui hanno sempre convissuto. Antonino Venica da anni cucina utilizzando i prodotti che crescono lungo il confine, non ama lasciare in menu i “classici” se hanno ingredienti stagionali. Da lui vai per assaggiare piatti di terra come di mare, anche se la cosa migliore è quella di lasciarti guidare in un percorso di degustazione a prezzi contenuti (49 euro) come quello dedicato al libertino Casanova, che fu ospite della rocca medievale, restaurata con gusto dalla famiglia Poli. Circondati dal verde del Collio e dal green dei campi da golf, nella bella stagione è possibile assaggiare in terrazza “Fiori di zucca ripieni con verdurine dei nostri orti e bocconcini di foie gras” o la “Paletta di vitello su patate e carote novelle stufate con freschezza di orsino”. Nei mesi più freddi, lasciatevi riscaldare il cuore nelle sale con pietra a vista. Per i vini, affidatevi al maître Marco Andronico, che abbinerà ai piatti i vini della casa (La Boatina) e qualche chicca che vi stupirà. I prezzi prevedono due menu degustazione a 49 e 68 euro e una spesa alla carta sui 50.