— L Chimpl - Hotel Gran Mugon snc
Strada de Tamion, 3 - Località Tamion
Sèn Jan di Fassa (TN)
L Chimpl
solo la sera; nella stagione estiva, su prenotazione, anche a pranzo
tutte, eccetto American Express
Turno di chiusura: domenica
Ferie: da Pasqua a metà giugno, da fine settembre ai primi di dicembre
Katia Weiss e Stefano Ghetta, lei in sala e lui in cucina, entrambi si prendono grande cura di un delizioso spazio gastronomico con la sala luminosa e accogliente. Dalla cucina arrivano piatti che sanno rispettare le tradizioni locali ma si spingono anche lontano…

Uno dei più grandi storici del Trentino, padre Frumenzio Ghetta, firmava le sue poesie con lo pseudonimo “l Chimpl da Tamion”: si tratta del ciuffolotto, un allegro uccellino di montagna dal quale ha preso il nome anche questo bel ristorante che si trova all’Hotel Gran Mugon, in questo incantevole piccolo borgo dolomitico. Padroni di casa Katia Weiss e Stefano Ghetta, lei in sala e lui in cucina, entrambi si prendono grande cura di un delizioso spazio gastronomico con la sala luminosa e accogliente. Dalla cucina arrivano piatti che sanno rispettare le tradizioni locali ma si spingono anche lontano, sempre allineati alla stagionalità e a una scelta rigorosa delle materie prime.
È il caso dell’ottimo scampo cotto e crudo, servito con melanzana, gazpacho di pomodori datterini, zenzero e basilico, per iniziare. Si rimane in montagna con “Vai lumaca vai” con ortica, funghi, nocciole e fiori. Tra i primi si apprezzano le sfumature delicate del tiepido di piselli con sambuco, burrata, acetosella e amaranto, così come la sostanza golosa e la perfetta mantecatura del risotto al formaggio d’alpeggio, con cirmolo, porcini e cipolla caramellata. Se vale la pena assaggiare una proposta tutta vegetale come la millefoglie di carota con quinoa, pesca scottata e mandorla, è notevole la succulenza del piccione in crosta di semi di girasole con scorzonera, fichi, latticello e issopo.
Ottimi i dolci, come la tartelletta al cacao con ganache al cioccolato alla pigna. Carta dei vini interessante. Due menu degustazione, 3 portate a 45 euro, 6 a 90. Sui 65 alla carta.