— Il Pedrocchino
Piazza IV Novembre, 4
Sacile (PN)
Il Pedrocchino
sempre
tutte
Turno di chiusura: domenica sera e lunedì
Ferie: mai
Il mare ispira la cucina con i suoi prodotti di genuina bontà, talvolta esaltati da tocchi esotici ben calibrati. Tra i crudi risalta per bontà la tartare di branzino con ananas, salsa di soia e gin agli agrumi….

Solo le acque del Livenza, che scorre a breve distanza, conservano memoria di quando l’edificio fu costruito. Eravamo nel XIV° secolo e imperava l’architettura rinascimentale. L’atmosfera nobile e raffinata che si respira all’esterno aleggia anche nelle curate sale interne, arredate con gusto, dovizia di particolari e illuminate da ampie finestre che offrono una vista rilassata sulla bella corte interna, dove un ulivo secolare e agrumi in vaso fanno da sfondo coreografico a pranzi e cene estivi. La ‘monotonia’ classicheggiante, caratterizzante anche delle camere che permettono di pernottare, viene interrotta, con impulso irriverente e contemporaneo, da elementi decorativi moderni e colorati, in ceramica oppure in vetro soffiato.
Il mare ispira la cucina con i suoi prodotti di genuina bontà, talvolta esaltati da tocchi esotici ben calibrati. Tra i crudi risalta per bontà la tartare di branzino con ananas, salsa di soia e gin agli agrumi. Ma non sono da meno gli antipasti cotti, come l’intramontabile ‘granseola’ alla veneziana. Il viaggio in mare può continuare con un fragrante risotto al branzino, cicoriella, arancio ed erba luisa oppure, allungando lo sguardo ai secondi, con del fritto in rete ai sette cereali.
I dolci sono tutti deliziosi, in primis lo ‘zabaione assoluto’ confortante e appagante nella sua cremosità. Il servizio è cortese e puntuale. La cantina ospita oltre 600 etichette, con prevalenza di metodo classico e champagne, di cui alcune annate introvabili. Alla carta circa 80 euro.