— Hotel Ristorante Ciori
Via Bertigo, 46
Asiago (VI)
Hotel Ristorante Ciori
sempre
tutte
Turno di chiusura: mercoledì
Ferie: novembre
Un posto d’onore è riservato alla selvaggina: succulenti le pappardelle al cervo o il germano reale, un ambito fuori menu della stagione invernale. Sapori pieni e confortanti, che ricordano la cucina rassicurante e saporita delle nonne, dove è impossibile…

Sull’Altopiano dei Sette Comuni, tra i pascoli di Asiago e Gallio, c’è una casa dall’inconfondibile colore rosso che, da sempre, è “casolin”, hotel e ristorante. Un approdo sicuro dove legno, colori caldi e piatti fumanti e saporiti creano la confortevole l’atmosfera di una baita montana, dove i tavoli sono amorevolmente curati e le attenzioni della famiglia Pertile assicurate. La cucina, guidata da Domenico, pone molta attenzione ai prodotti del territorio, come nel caso del formaggio Asiago Dop, in tutte le sue sfumature (fresco, mezzano, vecchio, stravecchio), senza trascurare golose escursioni in altri territori con il foie gras d’oca o il tartufo nero di Norcia, ad accompagnare l’animella di vitello, i tagliolini. Un posto d’onore è riservato alla selvaggina: succulenti le pappardelle al cervo o il germano reale, un ambito fuori menu della stagione invernale. Sapori pieni e confortanti, che ricordano la cucina rassicurante e saporita delle nonne, dove è impossibile non terminare con la scarpetta. Piatti “sicuri” a cui se ne aggiunge uno, per contrasto, solo per intrepidi: maccheroncini ai mirtilli con crema di formaggio di capra. Un’esultanza di sapori forti e gustosi, di colori contrastanti e dal carattere capriccioso e invitante. Generosa la carta dei vini sia nei rossi che nei bianchi, che esplora soprattutto il Veneto e il Trentino Alto-Adige. Tentatore il Kumetto della casa, prodotto con il cumino dei prati, che vi farà sentire in armonia con l’ambiente montano. Circa 40 euro.