— Via di P. Artico, 2
Udine (UD)
Hostaria alla Tavernetta
sempre
tutte
Turno di chiusura: lunedì e domenica
Ferie: variabili
Il locale è storico e prevede due accoglienti sale, separate da archi in muratura, che conservano alcuni elementi del passato, come l’imponente bancone in legno, su cui veniva servito il classico “tajut” (bicchiere di vino). I tavoli…

 “In taberna quando sumus”. E’ il titolo di uno dei brani che compongono i Carmina Burana di Carl Orff, il celebre compositore tedesco che, tra il 1935 e il 1936, mise in musica l’omonima raccolta di poemi medievali. Un inno alla leggerezza, e alla goliardia tra amici, che un tempo animavano le trattorie di paese. Una voce profana, che canta a squarciagola in una delle piazze più belle di Udine, quella antistante il Duomo.

Ed è con questo spirito, vivace e rubicondo, che Roberto Romano e sua moglie Giuliana Petris gestiscono, da più di dieci anni, l’Hostaria Alla Tavernetta di Via Prampero. Il locale è storico e prevede due accoglienti sale, separate da archi in muratura, che conservano alcuni elementi del passato, come l’imponente bancone in legno, su cui veniva servito il classico “tajut” (bicchiere di vino). I tavoli sono allestiti in modo essenziale e raffinato, con tovaglie lunghe e strette di colore bianco, ravvivate nel colore da profumate composizioni floreali.

Il fascino dell’antica osteria si  riflette sul menu che propone piatti frutto dell’incontro fra memoria storica e visione contemporanea; con sontuosa eleganza. Si può quindi iniziare con i deliziosi, e tipici, gnocchi di susine, perfetto ed emozionante connubio tra dolce e salato. Tra i secondi invece, vale la pena assaggiare la succulenta coscia d’oca, servita con patate croccanti e mostarda di pere piccante. I dolci, di stampo classico, sono tutti golosi. Bella e curata la carta dei vini che offre un meraviglioso spaccato sulla viticoltura regionale, con qualche ottima etichetta nazionale. Il servizio è attento e premuroso. Si spendono dai 30 agli 80 euro.