— RUNDICTES d.o.o.
Rodik 51, Rodik
Kozina/Cosina (Slovenia)
Gostilna Mahorčič
da giovedì a domenica sempre (giovedì e venerdì dalle 12 alle 15 e 18-22, sabato e domenica dalle 12-22); in luglio e agosto giovedì e venerdì la sera (18-22), sabato e domenica sempre (dalle 12 alle 22)
Mastercard, Visa, Maestro
Turno di chiusura: lunedì e martedì
Ferie: una settimana in febbraio e una in luglio
Il menu si ispira alla tradizione slovena ma con un orizzonte creativo, ricercato e armonico. Una pallina di ricotta fresca e polvere di funghi porcini fa da elegante ambasciatore a un concentrato di gusto e freschezza come sanno essere i sardoni in ‘savor’ della casa…

L’insegna può trarre in inganno perché della semplice e tipica “trattoria” slovena è rimasta solo la memoria. Gostlina Mahorčič si è infatti trasformata in un raffinato ed elegante ristorante che anima la cittadina di Rodik, a circa un quarto d’ora da Trieste. Un bel pergolato fa da anticamera alla sala con pochi coperti e una stufa in maiolica che durante l’inverno regala tepore. Martin Mahorčič si alterna con disinvoltura tra sala e cucina, ma è la moglie Ksenija a sovrintendere ai fornelli. Compito assolto con singolare delicatezza, complice un passato da pasticcera. Il menu si ispira alla tradizione slovena ma con un orizzonte creativo, ricercato e armonico. Una pallina di ricotta fresca e polvere di funghi porcini fa da elegante ambasciatore a un concentrato di gusto e freschezza come sanno essere i sardoni in savor della casa, impreziositi da un gelato di cipolle rosse. Tra i primi spicca per bontà il raviolo di pasta bianca all’ortica con cuore di formaggio Jamar, espressione pura dell’arte casearia carsolina. Ma un grande punto di forza sono anche i dolci, come il tortino al cioccolato bianco e cuore liquido di pesche. La cantina contempla soprattutto etichette locali, provenienti dalla zona del Brda (Collio sloveno) e dalla Valle del Vipava, senza trascurare le altre vicine realtà vinicole. Il personale di sala accudisce i commensali con cortesia e professionalità. Si spendono 35 euro per il menu di 4 portate e 69 per quello da 8.