Home » Pizzerie » Veneto » Vicenza

Vicenza

San Martin

È infatti fuori dalle rotte abituali, quindi ci si deve arrivare apposta, perché vale la pena assaggiare le pizze che vengono sfornate nel bel locale di Paolo Centomo e Federico Zordan. Il merito va a una scelta accurata tanto di farine e impasti quanto alla grande esperienza sul tema delle lievitazioni e a materie prime di altissima qualità. Ecco allora pizze come l’eccellente Regina Margherita, rivisitazione dell’intramontabile classica con pomodori napoletani antichi sulla quale a tre quarti di cottura viene aggiunta sbriciolata la mozzarella di bufala campana Dop e alla fine è impreziosita da un condimento all’olio extravergine d’oliva e origano selvatico delle Isole Eolie. Bella selezione di birre artigianali e servizio sorridente. Sui 20 euro.

1 Ottobre 2019
Dettagli
Acqua&Farina

È una bella sorpresa che prende vita dalla motivazione di un giovane pizzaiolo determinato a dare il meglio. Rosario Giannattasio parte dal salernitano e apre una pizzeria d’asporto di successo, tanto da indurlo a creare anche questo piccolo delizioso locale proprio quasi di fronte. Grande tecnica, conoscenza profonda di impasti e lievitazioni insieme a una cura maniacale dei dettagli e un’altissima idratazione rendono la sua pizza “Soffiodigrano” estremamente leggera e digeribile. Da assaggiare la “Crunch!” con bufala campana, pancetta arrotolata, spinacino e in uscita acqua di burrata, ceci, pepe, prezzemolo e olio extravergine d’oliva selezionato o il calzone “Le tre C” con scarola, fiordilatte, olive taggiasche e nocciole e il tocco finale della fonduta di Taleggio DOP servita al tavolo. Interessante la selezione di vini naturali e servizio molto cordiale. Sui 15 euro.

3 Settembre 2019
Dettagli
800 Bio

Riccardo Antoniolo non si ferma mai, tra il nuovo progetto a Pove del Grappa e il marchio di questo suo bel locale a Bassano, il primo di Ristorante Biologico nel Veneto. Tutte le materie prime presenti nei menu sono infatti certificate, si tratti di piatti o lievitati. La qualità delle pizze si conferma molto alta: farine macinate a pietra, lievito madre e una grande competenza producono un risultato eccellente. A partire dalla “capricciosa” con passata di pomodoro, mozzarella fiordilatte, funghi freschi di montagna, carciofi freschi, olive leccino e prosciutto cotto artigianale. Da assaggiare anche la vegana “sfumature di verde” con vellutata di piselli, erbette di campo miste, crema di tofu alle olive, fagiolini, pinoli, olio extravergine d’oliva e pepe. Bella selezione di birre e servizio cordiale. Sui 20 euro.

3 Settembre 2019
Dettagli
Premiata Fabbrica Pizza

Il luogo di per sé è già incantevole, la pizzeria di Massimo Frighetto è infatti proprio all’angolo con il magnifico Ponte Vecchio. Ricavato dall’adattamento di un antico laboratorio di ceramiche artistiche, ampliato di recente, è un locale accogliente e luminoso le cui pizze sono preparate con competenza da Michele Colpo che ne governa gli impasti da farine macinate a pietra e le lunghe lievitazioni. Si tratti di pizze al trancio da asporto o di tonde al piatto, hanno tutte in comune l’alta qualità delle farciture. È il caso per esempio della vegana con crema di rucola, zucchine, melanzane, pomodorini, carote essiccate e amaranto soffiato, oppure della cappasanta con melanzane, lardo sfogliato, zucchine, “bassanese” del caseificio Castellan e mozzarella. Bella carta dei vini che privilegia i naturali e ottimi dolci. A 15/20 euro.

3 Settembre 2019
Dettagli