— Monte
Via Montalbano, 75
Rovigno/Rovinj (Istria/Croazia)
Monte
la sera
tutte – Jeunes Restaurateurs d’Europe
Turno di chiusura: mai
Ferie: da fine ottobre a fine marzo 
Si può cominciare con “seppia e cozze” (tartare su piadina e cozze di Leme su porro) o scegliere (dal Blue) i sublimi scampi del Quarnaro. Tra i primi spiccano gli gnocchi con tonno, barbabietole e zenzero e…

È immerso in un borgo che trasuda storia e tradizione da ogni pietra: la città vecchia di Rovigno. Sembra una ironia del destino che il più moderno tra i ristoranti istriani, il più internazionale e distante dall’idea di konoba, ovvero di osteria fedelmente agganciata agli usi gastronomici della costa, si trovi quasi all’ombra della storica basilica di Santa Eufemia. Danijel Đekić, affiancato dalla moglie Tijske in sala, gioca con sagacia su questo contrasto. Sa come scegliere i migliori prodotti locali sia di terra che di mare, li rielabora con tecniche innovative, creando abbinamenti inconsueti e presentandoli con raffinatezza. Non c’è una vera e propria carta, ma tre menu degustazione: “Blue” che guarda al futuro, “Red” ancorato alla tradizione e “Green” nettamente vegetariano. Si può cominciare con “seppia e cozze” (tartare su piadina e cozze di Leme su porro) o scegliere (dal “Blue”) i sublimi scampi del Quarnaro. Tra i primi spiccano gli gnocchi con tonno, barbabietole e zenzero e per i vegetariani c’è un piacevolissimo lombo di cavolfiore con patate, verze e noci. Deliziosi i dolci a partireda “la mela e la rosa” (gelato alla cannella, mousse di mele, petali canditi). Completano il quadro l’eleganza dell’ambiente e della mise en place, il servizio competente e poliglotta e l’articolata carta dei vini, che accosta grandi bottiglie slovene, italiane e francesi a una ricercata selezione di Malvasia istriana. Tutti i menu a 120 euro, dai quali si possono scegliere liberamente 3 portate a 85 euro e abbinare vini al calice a 9 euro.