— Locanda Benetti snc
Via Roma, 62
Costabissara (VI)
Locanda Benetti
sempre
tutte, eccetto American Express
Turno di chiusura: mercoledì; giovedì a pranzo
Ferie: le prime tre settimane di agosto, da S.Stefano all’Epifania
Dapprima era soltanto una bottega per asporto vini, poi un’osteria-trattoria che metteva insieme le tradizioni montanare con quelle della campagna. Adesso, dopo una serie di ristrutturazioni, Benetti è un punto fermo della ristorazione vicentina…

La storia di Federico e Fabio Benetti, i due fratelli che gestiscono la trattoria-locanda, parte da lontano e spiega perché i piatti del locale sono così ricchi di sapori. La tradizione l’hanno vissuta in famiglia da generazioni, ha riempito la loro vita come la loro mensa. La storia della stirpe inizia dall’Altopiano dei Sette Comuni. Romeo è il patriarca: il bisnonno, Marco Ambrosini, detto Bufera, campeggia all’entrata della trattoria, in una foto del 1900 quando gestiva l’albergo Al Ghertele, lungo la Val d’Assa. I genitori di Romeo nel 1928 discesero le valli e si stabilirono a Costabissara. Per convincersene, basta assaggiare la pasta fatta in casa e a mano: bastano le fettuccine con il sugo di stagione, dal ragù ai funghi fino ai piselli, per rendersi conto che la tradizione qui si gusta sul serio. Baccalà alla vicentina e fegato alla veneziana ne sono un’ulteriore dimostrazione, come anche altri piatti imperdibili: il “polastrelo in tecia” con le sue patate è la specialità per cui sono giustamente famosi. Non manca la polenta di mais Marano con funghi e Asiago, così come si va sul sicuro ordinando i “corgnoi” (lumache). Ampia la selezione di carni alla brace. E, per finire, da non perdere la torta con crema di limoni e mandorle. La cantina è costruita con saggezza; conto sui 35 euro.