— Italian Bistrot Chat qui rit
Calle Tron San Marco, 1131
Venezia (VE)
Chat qui rit
sempre
tutte, eccetto Diners
Turno di chiusura: lunedì e martedì
Ferie: dal 5 al 31 gennaio
I piatti sono improntati a una piacevolissima fusione tra materie della laguna e influenze orientali. Gusto, equilibrio e tecnica all’unisono si ritrovano ad esempio nella ricciola marinata e affumicata con crudo di canocchie…

Una volta sarebbe stato difficile mangiar bene come accade oggi a Venezia, specialmente a due passi da Piazza San Marco. Ora i locali che valgano davvero la pena non sono tantissimi, ma tra questi c’è sicuramente Chat Qui Rit, un ristorante che fa della bellezza dell’ambiente e del calore dell’accoglienza due pilastri fondanti insieme all’eccellente cucina. Merito di Giovanni Mozzato, perfetto patron e padrone di casa che sa come coccolare gli ospiti, il quale ha trasformato una vecchia mensa in locale storico d’Italia e ha reclutato due ottimi cuochi come Davide Scarpa e Leonardo Bozzato, i quali sono impegnati in tandem ai fuochi. I loro piatti sono improntati a una piacevolissima fusione tra materie della laguna e influenze orientali. Gusto, equilibrio e tecnica all’unisono si ritrovano ad esempio nella ricciola marinata e affumicata con crudo di canocchie con edamame in brodo dashi. Buonissimi anche i ravioli ripieni di maiale thay con crudo di gamberi rossi e Tom Yam di pollo. Riuscita, per cottura e sapori, l’ombrina con anguilla affumicata e laccata, salsa Tasazu e porro. Molto interessante anche il petto d’anatra con salsa di go, umeboshi e cavolo marinato. Si termina in dolce originalità con quella che qui chiamano “idea di piña colada”. Bella e ampia la carta dei vini, fornita di etichette italiane e internazionali con un’ampia disponibilità di proposte al calice. Si spendono 90 euro per il menu degustazione di sei portate, sugli 80 alla carta.