— Località Prepotto, 23
34011 Duino Aurisina TS
Zidarich
Immersa tra i vigneti e la tipica vegetazione carsica, la cantina Zidarich nasce nel 1988 grazie alla determinazione e allo spirito innovativo di Benjamin Zidarich.

Appena ventenne, decise di rivoluzionare l’azienda paterna, ampliando l’allora mezzo ettaro di vigneti sino ad arrivare agli otto ettari attuali e decidendo di estirpare gli uvaggi che aveva impiantato il padre per puntare su varietà autoctone del territorio, come ad esempio la Vitovska, il Terrano, il Malvasia e la Ribolla Gialla.

Sin dall´inizio la nuova impresa si è presentata come una vera e propria sfida, su un territorio caratterizzato dalla roccia e pochissima terra rossa che esige un impegno continuo e grande dispendio di risorse.

Nel 2009, la svolta: dopo otto anni di lavori, è stata inaugurata la nuova cantina che si sviluppa per circa 1.200 metri quadrati, scavata interamente nella roccia, sviluppata su cinque piani e con una profondità di 20 metri, e che ospita al suo interno tutto il processo produttivo vitivinicolo dell’azienda, con la cantina, la zona invecchiamento e le aree adibite alla lavorazione. La sala di degustazione, collocata al livello più alto, è caratterizzata da grandi vetrate da cui si gode una vista unica sulle vigne e da cui si distingue, in lontananza, il mare.

La terra rimossa durante gli scavi è stata utilizzata nei vigneti e gli stessi muri sono stati costruiti con le pietre presenti nel terreno. Un’attenzione verso l’ambiente che conferma l’amore di Benjamin Zidarich per il suo Carso. Il risultato sono i suoi vini, fortemente improntati sulle caratteristiche del vitigno e del territorio e con un unico imperativo: nessun ricorso alla chimica.


In programma a We-Food

La splendida realtà di Benjamin Zidarich apre eccezionalmente le porte al pubblico in occasione di WeFood. In due turni di visite guidate, sabato 3 novembre, sarà possibile percorrere i cinque piani della Cantina scavata interamente nella roccia, per osservare e conoscere l’intero processo produttivo vitivinicolo, nelle sue diverse fasi. A conclusione della visita sarà infine possibile degustare il vino di produzione.

Sono previsti due turni di visita dedicati ad un massimo di 10 partecipanti.

I posti disponibili per visitare Zidarich sono esauriti. Tra le Fabbriche del Gusto del Friuli Venezia Giulia, è ancora possibile registrarsi alle visite di Adelia Di Fant, Distilleria Ceschia, Gubane Dorbolò e La Gubana della Nonna.