— Str. Runcac, 29
Badia (BZ)
Stüa dla Lâ
la sera da giovedì a domenica
le principali
Turno di chiusura: lunedì, martedì e mercoledì tutto il giorno; a pranzo da giovedì a domenica
Ferie: dal 6 aprile al 6 giugno; dal 27 settembre al 5 dicembre
Il nome ladino significa “la stube della nonna”, uno spazio elegante in cui dieci fortunati al massimo possono degustare piatti in cui la felice nota creativa lascia sempre spazio al rispetto di territorio e stagioni, con materie prime che quasi tutte arrivano da fornitori locali…

Andrea Irsara è un personaggio poliedrico: albergatore, cuoco, factotum nel suo accogliente Gran Ander, piccolo delizioso hotel con una storia di ormai cinquant’anni in un luogo di sogno qual è la Val Badia. Qui dentro ha ricavato un minuscolo angolo gourmet il cui nome, tradotto dal ladino, significa “la stube della nonna”, uno spazio elegante in cui dieci fortunati al massimo possono degustare piatti in cui la felice nota creativa lascia sempre spazio al rispetto di territorio e stagioni, con materie prime che quasi tutte arrivano da fornitori locali che vengono selezionati personalmente dallo chef.

Si può partire con la delicata galantina di fagiano con erbe selvatiche, formaggio d’alpeggio e aceto balsamico invecchiato e proseguire con una piccola, golosa, “piadina” ripiena di alici marinate ed emulsione di capperi. Notevole interpretazione della cappasanta con il carpaccio su crema di cavolfiore fermentato, lime ed essenza di pompelmo. Di grande gusto i raffinati ravioli di patate con ripieno di faraona su spinaci selvatici e animelle. Perfetta mantecatura e sapore che si ricorda per il risotto all’aglio nero con spuma di formaggio “Chi Prà” con aceto di mele invecchiato. Anche se ci si trova in quota non manca ancora una volta il mare con l’ottimo filetto di ricciola alla brace su taccole saltate con finferli e salsa ponzu. Molto ben eseguiti anche i dolci, tra i quali il fresco “limone, sedano, prezzemolo e crema catalana”. Bella la carta dei vini curata dalla moglie Evelyn Complojer. Due menu degustazione, a 68 e 78 euro.

In due minuti dal centro di Badia si procede in direzione nord su Strada Pedraces/SS244, poi si svolta a sinistra su Strada Runcac.