— Via del Paese, 18
Soprabolzano (BZ)
Restaurant 1908
la sera
tutte, eccetto American Express
Turno di chiusura: domenica e lunedì
Ferie: dal 7 gennaio al 30 aprile, dal 17 al 24 dicembre
L’albergo mantiene lo stile belle époque. Ma non in cucina, dove ogni nostalgia è stata bandita con l’arrivo di un giovane talento di nuova leva cui è stato affidato l’angolo gourmet “1908”. Stephan Zippl è cresciuto a Longostagno, proprio sul Renon, in una famiglia di cuochi…

Con le sue belle residenze estive, gli alberghi e i ristoranti storici, il Renon, la località di villeggiatura sopra a Bolzano, ha una lunga tradizione turistica testimoniata da edifici d’epoca come l’albergo Holzner. Si trova accanto alla funivia che lo collega al centro di Bolzano e, fondato nel 1908 dall’omonima famiglia, l’albergo mantiene lo stile belle époque. Ma non in cucina, dove ogni nostalgia è stata bandita con l’arrivo di un giovane talento di nuova leva cui è stato affidato l’angolo gourmet “1908”.

Stephan Zippl è cresciuto a Longostagno, proprio sul Renon, in una famiglia di cuochi, ma prima di approdare ai fornelli ha fatto tutt’altro. Compreso il falegname. Poi il richiamo di una passione latente e una intensa gavetta, da Villa Feltrinelli al Simon Taxacher a Kirchberg in Austria. Infine, l’esperienza decisiva accanto a Norbert Niederkofler. I suoi piatti spaziano dalla tradizione locale – a cui ha dedicato un articolato percorso che comprende anche un abbinamento insolito con i celebri succhi di mela (prodotti in zona) – a una visione universale, inglobando i prodotti della cucina internazionale.

Avvio brillante con un interessante e complesso sgombro, olive e limone che anticipa i buonissimi tortelli di lepre con scorzonera e una schiuma amara di lychees. E, poi, l’insolito halibut con il gobo (una radice commestibile prodotta dalla pianta bardana maggiore) e il rafano. Tra i dolci, l’ottima barbabietola rossa, vino porto e arancia. Menù degustazione da 59 a 95 euro.

In auto 20 minuti dal centro di Bolzano risalendo il luminoso altopiano del Renon; in funivia 12 minuti con l’ultima discesa alle ore 22.45.