— Jolanda de Colò
Via Primo Maggio, 21
Palmanova (UD)
Ossocollo di Mangalica Jolanda de Colò
Si tratta di un suino che vive allo stato brado, assolutamente incompatibile con l'allevamento industriale...

Da oltre quarant’anni (l’azienda è nata nel 1976) Jolanda de Colò esplora le contrade del mondo per portare sulle nostre tavole non solo le specialità alimentari più originali, ma anche sapori veri e genuini. Dal loro ricco e goloso catalogo spiccano i (veri) polli allevati a terra piuttosto che le pregiate carni di selvaggina europea; la manzetta prussiana piuttosto che i pesci rari del mondo. Noi abbiamo estratto l’ossocollo di Mangalica. L’ossocollo, come rivela già il nome, viene ricavato dalla regione del collo del suino. Dapprima viene addizionato di una concia composta da sale, spezie e altri ingredienti, ma la preziosa peculiarità del prodotto è la materia prima che viene utilizzata. Infatti, la carne è quella di un suino di razza Mangalica, detta anche Mangaliza o Mangalitsa. Un tempo tale razza era diffusa e apprezzata in tutta l’area dei Balcani, in particolare in Ungheria (da cui il famoso salame ungherese), ma poco per volta è stata messa da parte e sostituita, come quasi tutte le razze autoctone, da incroci moderni. Si tratta di un suino che vive allo stato brado, assolutamente incompatibile con l’allevamento industriale e, pertanto, ormai raro. La sua caratteristica particolare è rappresentata dalle folte setole che diventano lunghe e arricciate in primavera, conferendo all’animale un aspetto da pecora. È un suino molto grasso, con depositi che sul dorso possono raggiungere anche uno spessore di 20 centimetri. Un grasso particolarmente oleoso con una percentuale piuttosto elevata di acidi grassi monoinsaturi. La carne è molto saporita e aromatica. Provare per credere.