— Castello, 4509
Venezia (VE)
Il Ridotto
sempre
Visa, Mastercard
Turno di chiusura: mercoledì, giovedì a pranzo
Ferie: variabili
Una cucina di alta qualità che privilegia ingredienti freschi dal mercato e impreziosita da un tocco di creatività che non si spinge mai oltre il necessario contraddistingue piatti di bell’impatto gustativo e altrettanto convincenti alla vista. Si può quindi iniziare con la suadente consistenza del carpaccio di manzo con…

Ormai, da qualche anno, anche a Venezia la situazione, per quel che riguarda il mangiar bene, è migliorata. Merito anche di ristoratori come Gianni Bonaccorsi che, ormai dal 2006, è al timone di questo elegante locale con pochi tavoli a due passi da Piazza San Marco, il cui nome si ispira all’antico piccolo teatro veneziano. Una cucina di alta qualità che privilegia ingredienti freschi dal mercato e impreziosita da un tocco di creatività che non si spinge mai oltre il necessario contraddistingue piatti di bell’impatto gustativo e altrettanto convincenti alla vista.

Si può, quindi, iniziare con la suadente consistenza del carpaccio di manzo con rapa rossa, prugne e maionese di quercia, oppure con la bilanciata acidità di sarde, kiwi, canapa e lattuga e poi scegliere, tra i primi, gli spaghetti neri con ricci di mare, peperone candito e cavolo nero dalla perfetta cottura al dente. Da assaggiare anche gli interessanti ravioli di faraona con panna acida, agrumi e mole. Eccellente, tra i secondi, l’intensa seppia servita con funghi, il suo fegato e lenticchie nere.

Molto buona, tra i dolci, la crema fredda alla ricotta con pistacchio, arancia e cioccolato. La carta dei vini è di ottima profondità e offre la possibilità di bere bene anche al calice. Il servizio, a cui il sorriso non manca, è di estrema cortesia. I menu degustazione sono 3, rispettivamente a 95, 110 e 140 euro, alla carta la spesa è sui 110, ma a pranzo 3 tapas e un piatto del giorno sono proposti a 35 euro.

Con il vaporetto raggiungere San Marco; con una breve, quanto bella, passeggiata sarete sul posto.