— CoVino
Castello 3829, Calle del Pestrin
Venezia (VE)
CoVino
pranzo e cena
BM, CS, MC, VISA, EU
Turno di chiusura: martedì, mercoledì
Ferie: variabili
Dalla minuscola cucina a vista escono piatti intensi e divertenti, come l’ostrica Gillardeau grigliata, accompagnata da mortadella artigianale, focaccia al lievito madre e pistacchio di Bronte; o ancora il risotto all’aglio nero con patate e cozze, rievocazione della tiella barese che da nord a sud abbraccia idealmente…

Negli ultimi anni la scena enogastronomica veneziana è stata attraversata da una notevole scossa, grazie a una nuova generazione di cuochi e ristoratori decisi a dare un senso nuovo alla secolare tradizione di questa città, a locali caratterizzati da una offerta ragionata e vivace, ben sintonizzata sul gusto contemporaneo e in continua evoluzione.
Il CoVino, nato da un’intuizione di Andrea Lorenzon e Cesare Benelli (l’uno figlio d’arte del leggendario oste Mauro, l’altro già patron dello storico Al Covo), occupa certamente un ruolo importante in questa nuova stagione. Un bistro lagunare dalla forte personalità, incentrato su una cucina fresca e poco convenzionale, sorretta da un amore palpabile per la materia prima e sulla valorizzazione di piccoli produttori e artigiani.
L’accoglienza in sala è amichevole e informale, dalla minuscola cucina a vista escono piatti intensi e divertenti, come l’ostrica Gillardeau grigliata, accompagnata da mortadella artigianale, focaccia al lievito madre e pistacchio di Bronte; o ancora il risotto all’aglio nero con patate e cozze, rievocazione della tiella barese che da nord a sud abbraccia idealmente l’intero Adriatico.
Dessert originali e ben eseguiti. Una menzione particolare merita la carta vini, pilastro del locale: ricca e dedicata a realtà che lavorano in sintonia con la natura. Menu a 40 euro (2 piatti e un dessert), percorso a mano libera a 45 euro