— Enoteca della Valpolicella
via Osan 45
Fumane (VR)
Enoteca della Valpolicella
pranzo e cena
tutte
Turno di chiusura: domenica sera e lunedì
Se chiedi a un produttore di Amarone un posto dove fermarti a mangiare dopo aver fatto un ordine in cantina, ti dirà di andare a Fumane e di fermarti qui, dove il concetto di “tradizione” non significa replica dei piatti che hai da sempre mangiato a casa…

Una stradina porta in questo vecchio rustico ristrutturato, che da metà degli anni Novanta è diventato un ristorante apprezzato anzitutto dai veronesi. Tutto intorno, i vigneti della Valpolicella. Se chiedi a un produttore di Amarone un posto dove fermarti a mangiare dopo aver fatto un ordine in cantina, ti dirà di andare a Fumane e di fermarti all’Enoteca della Valpolicella. Locale con carattere e personalità, per arrivare alle sale bisogna attraversare una sala piena di bottiglie e salire una scala prima di potersi sedere a uno dei tavoli sotto un tetto spiovente, la vista alla finestra che dà sulla corte interna. Guardando il menu capisci subito che il concetto di “tradizione” non significa replica infinita dei piatti che hai da sempre mangiato a casa. Il gusto della ricotta della collina veronese, servita come antipasto con mostarda di mele, sta a dimostrarlo. Così come, in stagione, il risotto alle erbe aromatiche o il petto d’anatra servito con salsa di miele e Recioto. È Carlotta Marchesini ad accogliere il cliente sulla scala e a raccontargli la storia e la filosofia che c’è dentro a ogni piatto. Quando l’imbarazzo per la scelta dei piatti è rotto, ti manda la socia Ada Riolfi, che, quando era ancora possibile, ti faceva sfogliare il bellissimo libro che raccoglieva la carta dei vini. Come il bibliofilo che ha letto tutti i libri esposti nella biblioteca, Ada conosce tutte le 800 etichette a disposizione del cliente, con moltissime proposte al calice. Niente menu degustazione, scontrino medio sopra i 40 euro.