Home » Sernaglia della Battaglia | Trattoria Dalla Libera Trattoria Dalla Libera

Sernaglia della Battaglia | Trattoria Dalla Libera

Trattoria Dalla Libera

Trattoria Dalla Libera

 Via Farra, 52 – 31020 Sernaglia della Battaglia (TV)
 0438966295  www.trattoriadallalibera.it info@trattoriadallalibera.it
 Aperto: tutti i giorni a pranzo; giovedì, venerdì e sabato aperto anche la sera; le altre sere solo su prenotazione  Turno di chiusura: lunedì – Ferie: variabili 
 Carte di credito: BM – CS – EC – VISA  

La ricerca delle materie prime è maniacale: l’aia e l’orto sono protagonisti, ma anche i prodotti del mare da qualche anno a questa parte non vengono trascurati. Le cotture sono sempre puntuali e rispettose, gli accostamenti semplici ma mai banali…

Quando si va a mangiare in trattoria ci si aspetta una cucina “di casa”, magari di grana grossa, ma genuina, vigorosa e confortante. È questo il punto di partenza anche per Andrea Stella, che però oggi, nella sua grande casa rustica a metà tra collina e campagna, riesce a creare piatti eleganti e raffinati pur mantenendo l’immediatezza e la semplicità che ci si aspetta. La ricerca delle materie prime è maniacale: l’aia e l’orto sono protagonisti, ma anche i prodotti del mare da qualche anno a questa parte non vengono trascurati. Le cotture sono sempre puntuali e rispettose, gli accostamenti semplici ma mai banali. Invitanti gli antipasti: dall’elementare, ma buonissima patata con acciuga del Mongetto e burro danese leggermente salato, alle cosce di quaglia arrostite con peperone dolce e aceto balsamico di Modena affinato sette anni. Ma il vero cavallo di battaglia di Stella sono le paste ripiene, spesso servite al tavolo in un tegame ancora bollente: raviolo con cardo gobbo e guanciale, raviolo con zucca invernale e i suoi semi, brodo di anatra e gallina con tortellini artigianali. Conviene comunque lasciar posto per un secondo: è ottimo lo stinco di agnello sardo in due cotture con ketchup artigianale di zucca; non delude mai “dal mare…” ovvero la proposta di pesce dello chef che cambia di giorno in giorno in base al mercato ittico. Completano un’ottima esperienza la cantina ammirevole, il servizio di spontanea cortesia e il conto, tutt’altro che salato, che si aggira sui 40 euro.

Marco Colognese

Come arrivare. Dall’autostrada A4 imboccare l’autostrada A27. Uscire al casello di Treviso Nord e seguire la direzione Spresiano-Conegliano. Seguire la SS13 verso Pieve di Soligo e, in pochi km, sarete a destinazione.