— Byblos Art Hotel Villa Amistà
Via Cedrare 78
Corrubbio di Negarine - S. Pietro in Cariano (VR)
Ristorante Amistà
dal Giovedì al Sabato nei mesi invernali, sempre nei mesi estivi
tutte
Ferie: dal 1 Gennaio 2021 al 28 Febbraio 2021
L’innovazione, che non è mai dirompente o provocatoria, è cercata tra le pieghe di sapori ben radicati nella memoria gustativa del territorio. Due sono i casi più evidenti. Il primo: la spuma di patata soffice all’olio, salsa di…

La cornice non può essere più prestigiosa: una splendida villa veneta alle porte della Valpolicella, finemente ristrutturata e impreziosita dalla presenza di numerose opere d’arte contemporanea, firmate da alcuni degli artisti più noti al mondo. Villa Amistà è una struttura che comprende, oltre all’omonimo ristorante, anche uno splendido hotel con piscina, dove d’estate è possibile pranzare con piatti più leggeri e semplici rispetto all’offerta gastronomica. La cucina, guidata con piglio, tecnica ed estro creativo da Mattia Bianchi, non nasconde a ragione le proprie ambizioni e fa della ricerca (dalla materia prima, selezionatissima, alle preparazioni) il proprio fulcro. Qui l’innovazione, che non è mai dirompente o provocatoria, è cercata tra le pieghe di sapori ben radicati nella memoria gustativa del territorio. Due sono i casi più evidenti. Il primo: la spuma di patata soffice all’olio, salsa di pomodoro, aromi mediterranei e mazzancolle, dove la spensierata immediatezza della patata e del crostaceo entrano in una vibrante risonanza con la fresca aromaticità del pomodoro. Il secondo: “baccalà alla vicentina”, in cui la tipica salsa avvolge un filetto di moro oceanico. Superlative le trippe dello stesso pesce in accompagnamento. Ghiotto e impeccabile, per precisione ed equilibrio, il risotto “bianco” al pomodoro, basilico e burrata. La carta vini, ancora in crescita, è già piuttosto ampia e alterna consapevolmente grandi maison e piccoli produttori d’Italia e del resto del mondo. Due percorsi a 70 e 90 euro, più o meno come alla carta.