— Piazza G. D’Annunzio, 5
Asolo (TV)
Trattoria Moderna Due Mori
sempre
tutte
La semplicità è un valore mai banale e il gusto è un concentrato di cotture lente e amore per le materie prime, che lo stesso cuoco va a cercare, si tratti di carni, erbe spontanee dalle vicine montagne o funghi. Perciò, dopo un benvenuto con…

Asolo ha un centro storico incantevole e prezioso, incastonato tra le colline e ricco di meravigliosi angoli da scoprire. Qui Stefano De Lorenzi si è inventato una formula di ristorazione che di questi tempi è rara, col suo elogio alla vera cucina del territorio, termine altrove spesso abusato e l’utilizzo del calore di una volta, quello della legna, senza elettricità, né gas. Ne derivano piatti in cui la semplicità è un valore mai banale e il gusto è un concentrato di cotture lente e amore per le materie prime, che lo stesso cuoco va a cercare, si tratti di carni, erbe spontanee dalle vicine montagne o funghi.

Perciò, dopo un benvenuto con la “giardiniera” e l’eccellente “sopressa” di casa, si può gustare la primizia di stagione e poi continuare con un risotto ai porcini mantecato come si deve, oppure ancora con le squisite tagliatelle ai finferli. Tra i secondi è davvero ottimo l’agnello, ma è quasi impossibile resistere al fascino della faraona di cortile “in tecia”, servita al tavolo insieme alle patate novelle ancora con la buccia tenera ed edibile.

Anche i dolci meritano uno spazio d’assaggio, come la golosissima millefoglie “tutto cioccolato” o lo strudel di ciliegie e albicocche che vale tutta l’attesa di una ventina di minuti. A governare l’elegante sala con la sua splendida vetrata che guarda sui colli e una carta dei vini molto ben meditata con un’inclinazione particolare per i vini “naturali” c’è Caterina Orso, la compagna di Stefano. Si spendono sui 40 euro, con grande soddisfazione.

Asolo è raggiungibile da varie direzioni. Dalla SS248, che unisce Bassano a Montebelluna, seguire le indicazioni per il centro storico. Il locale è proprio nel cuore della cittadina.