— Erta di Sant’Anna, 63
Trieste (TS)
Scabar
040810368  www.scabar.it
sempre
tutte
Turno di chiusura: lunedì
Ferie: variabili ad agosto
Nel locale che si affaccia sulla Val Rosandra i piatti seducono il palato. Il brodetto “a modo nostro” è un’esperienza memorabile: la bisque di scampi e canoce, con riduzione di pomodoro fresco leggermente speziato, si accompagna…

Come Trieste, crocevia di popoli, la cucina di Scabar unisce impulsi mitteleuropei, mediterranei, slavi e i migliori ingredienti del Carso. Una rilettura della tradizione in purezza, che fa della freschezza degli ingredienti un solido punto di forza, sia che provengano dal mare, dall’orto di casa o da piccole realtà della zona.

I fratelli Ami e Giorgio Scabar proseguono il lavoro dei genitori e il loro accogliente locale è un inno alla cucina locale. Qualità e genuinità contraddistinguono il menù di Ami in cui trionfano il pescato freschissimo e i prodotti di stagione, rispettandone le caratteristiche originali ed esaltandone i sapori, come accade con le proposte di crudo: il carpaccio di ricciola e di calamaro, gli scampi non trattati e le tartare del giorno accompagnate da chutney di melanzane (d’estate) o di zucca (d’inverno).

Nel locale che si affaccia sulla Val Rosandra i piatti seducono il palato. Il brodetto “a modo nostro” è un’esperienza memorabile: la bisque di scampi e canoce, con riduzione di pomodoro fresco leggermente speziato, si accompagna al pesce del momento e, se fuori fa freddo, si serve con la polenta friulana di mais antico bio. Pesce e frutti di mare sono protagonisti di mille ricette, accompagnati dalle erbe aromatiche e da un sapiente utilizzo delle spezie. I dolci, squisiti, spesso riaccendono i ricordi. La cantina di Giorgio è ricca (più di 150 etichette) e parla molto del territorio, ma non scorda produzioni interessanti da altri luoghi, italiani e non. Il conto, in media, si attesta sui 50 euro.

Consigliabile arrivare dalla parte alta della città evitando il centro
cittadino, seguendo la superstrada che porta dall’A4 verso il confine di Stato con la Slovenia.