Tra sapori e segreti viaggio nel gusto delle Venezie
Il Mattino di Padova / di Simonetta Zanetti
Aggiungi un posto a tavola, anche a Nordest. Dopo Cibus in Emilia e il Salone del Gusto in Piemonte anche le Venezie ora hanno la loro rassegna enogastronomica sulla scia della tendenza che vuole il cibo al centro di una famelica attenzione globale. Nasce con questa idea We-Food, un weekend – il prossimo – dedicato alla scoperta delle eccellenze del settore a partire dalle fabbriche del gusto: un viaggio tra i sapori, dal formaggio al prosecco, passando per il pane e il cioccolato. Ma non sarà solo un lavoro di forchetta: sul piatto tutto quanto fa cucina, compresi il comparto manifatturiero e quello più strettamente tecnologico, ormai fondamentali in una ristorazione sempre più complessa ed elaborata.
«A parte Vinitaly, che è molto settoriale, si sentiva la mancanza di un evento culturale dedicato alle eccellenze del gusto» spiega Antonio Maconi, ideatore del progetto assieme a Filiberto Zovico. «Non si tratta tuttavia di una tradizionale fiera, ma di una manifestazione che permetterà contemporaneamente di visitare le fabbriche artigianali e industriali del settore, seguire gli showcooking, assaggiare i prodotti e visitare i territori di produzione».
Sabato e domenica sarà possibile entrare nella hall di Berto’s Grandi Cucine e assistere agli showcooking o nel Molino Rachello per scoprire i segreti delle pizze gourmet, visitare birrifici artigianali come quello di LZO-Lorenzon a Conegliano o B2O a Caorle, conoscere gli stabilimenti di produzione Lattebusche dove si produce il formaggio Piave (a Busche) e il Grana Padano (a San Pietro in Gu), osservare la produzione di cioccolato artigianale da Adelia di Fant a San Daniele del Friuli o da Exquisita a Rovereto, oppure quella di dolci da Loison a Costabissara o da Fraccaro Spumadoro a Castelfranco Veneto; e ancora, partecipare ai laboratori per preparare la “Gubana della Nonna” a San Pietro al Natisone, il pane a lievitazione naturale da Forno Arcano a Rive d’Arcano o la “leggendaria” torta della Pasticceria Charlotte di San Giovanni al Natisone.
We-Food offrirà anche l’occasione unica per immergersi a trecentosessanta gradi nei sapori della tradizione come le degustazioni guidate dell’Antica Riseria Ferron a Isola della Scala, i percorsi dell’Antica Drogheria Caberlotto di Padova e Mestre o del Prosciuttificio Bagatto di San Daniele del Friuli e l’itinerario immersivo nel nuovo museo di Masi Tenuta Canova, ma anche per scoprire le nuove frontiere tecnologiche in cucina con i forni Tecnoeka di Borgoricco.La manifestazione, che punta a diventare un evento di riferimento per il turismo industriale del food, si aprirà nella Tenuta Val del Brun di Astoria Vini venerdì con un convegno dove, a Luigi Costa, direttore della Guida Venezie a Tavola – di cui We-Food è una sorta di spin off – si affiancheranno esperti nazionali di livello come Paolo Marchi, ideatore di Identità Golose.
We-Food offrirà anche l’opportunità di partecipare agli showcooking dei grandi chef delle Venezie: tra questi, Norbert Niederkofler del Ristorante St. Hubertus di Badia-San Cassiano, Alessandro Dal Degan di La Tana Gourmet di Asiago e Fabricio Veznaver della Pergola di Umago Salvore interverranno all’evento di apertura da Astoria Vini, mentre Andrea Rossetti di Fuel-Ristorante in Prato (Padova) e Davide Filipetto di Storie d’Amore (S. Michele delle Badesse di Borgoricco) saranno protagonisti da Tecnoeka; e ancora, Denis Lovatel della Pizzeria Da Ezio (Alano di Piave) e Max Mariola, talent del Gambero Rosso, proporranno laboratori di panificazione e pizzeria da Molino Rachello. L’evento si concluderà domenica sera a Torrebelvicino con una serata per scoprire Fonte Margherita, l’unica impresa in Veneto a imbottigliare esclusivamente sotto vetro in un’ottica green e sostenibile.

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/ventavola/public_html/wp-content/themes/make-child/single.php on line 147