— Via Giuseppe Garibaldi, 6
Noventa Vicentina (VI)
Ristorante Primon
sempre
tutte, eccetto American Express
Turno di chiusura: giovedì
Ferie: la settimana di ferragosto
I sapori di “una volta”, si ritrovano nei prodotti dell’orto, nei funghi, nelle erbe e nei salumi abilmente selezionati. I crostini con lardone vicentino e verdure in agrodolce o la tartare di manzo speziata al cumino con riso di venere aprono la bella selezione degli antipasti…

Più di 140 anni di storia dell’ospitalità scritti dalla stessa famiglia, i Primon. La storica data, 1875, è stampata sull’antica insegna. L’altra curiosità storica è lo spiedo “leonardesco”, sempre controllato dal Gran Maestro Mario, che autoregola la velocità in funzione del calore dei ceppi accesi permettendo agli ingranaggi di girare senza scatti e impennate mentre la selvaggina sembra nuovamente impegnata in un delicato volo. La cucina, invece, è modernissima.

Ma, sapori di “una volta”, si ritrovano nei prodotti dell’orto, nei funghi, nelle erbe e nei salumi abilmente selezionati. I crostini con lardone vicentino e verdure in agrodolce o la tartare di manzo speziata al cumino con riso di venere aprono la bella selezione degli antipasti. Tra i primi campeggiano sempre i mitici capelli d’angelo in brodo con fegatini o i classici gnocchi di patate conditi con il tartufo nero dei Berici. Oltre alle succulente carni allo spiedo (faraone, stinco di vitello e di maiale, alzavole e quanto offre la stagione), la griglia offre tenerissimi filetti di sorana o profumate tagliate di manzo al rosmarino. Il baccalà alla vicentina con polenta è sacro.

Per gli amanti dei sapori dimenticati c’è la polenta abbrustolita e Asiago vecchio, mentre i dolci sono una vera passione. L’accoglienza di Sandra, volano instancabile, è semplice ma ricca di spontanea simpatia ed efficienza. Buone bottiglie ricaricate con buon senso. Il conto sui 45 euro; pranzo di lavoro sotto i 20 euro.

Percorrendo l’autostrada Valdastico (A31) uscire al casello di Noventa Vicentina e seguire via Maddalena/SP247, via Collegio Armeno e via A. de Gasperi in direzione di via Giacomo Matteotti.