— BRA 152 S.r.l.
Sant’Ambrogio di Valpolicella (VR)
Ravioli Braviol
Nacque un’impresa, non epica ma golosa. Un’idea o meglio un progetto che doveva racchiudere e caratterizzare fortemente le eccellenze alimentari del territorio veronese...

Il Consorzio dell’Amarone ha detto sì. I ravioli Braviol possono usarne il nome. “Colore violaceo tendente a quello caratteristico del vino rosso “Amarone della Valpolicella D.O.C.G.”, piacevole morbidezza del ripieno ottenuta dalla ricotta di montagna, sapore che diventa deciso e intenso grazie al formaggio Monte Veronese, dal quale prende anche il leggero odore tipico”. È la fotografia dei ravioli nati in Piazza Bra. Una città antica, Verona; un fiume storico, l’Adige; l’Arena e il Teatro Romano; le Torricelle e le mura secolari: non si può non sognare epiche imprese. Se poi si aggiungono le brezze leggiadre che scendono dalla Valpolicella e dai Monti Lessini portando i profumi dei vigneti o dei pascoli montani, i sogni non possono che diventare realtà. Come successe un paio di anni fa, intorno a un tavolo, in un “convivium”. Nacque così un’impresa, non epica ma golosa. Un’idea o meglio un progetto che doveva racchiudere e caratterizzare fortemente le eccellenze alimentari del territorio veronese. In un lungo ponte che unisse in continuità passato e futuro. E così nacque Braviol. Dopo che la farina e le uova incontrano il ristretto di Amarone della Valpolicella (Ceschi Brugnoli) con il suo sapore pieno e vellutato diventano pastella. Che poi si prepara ad accogliere la freschezza e la fragranza di altre due eccellenze del territorio: la ricotta dei Monti Lessini, morbida, cremosa e dolce, e il Monte Veronese D.O.P., di colore giallo paglierino tipico dei formaggi prodotti con latte d’alpeggio e caratterizzato da un sapore maturo e deciso.