— Piazza San Marco, 121
Venezia
Quadri
sempre
tutte – Jeunes Restaurateurs d’Europe
Non c’è una carta, ma chi cerca una scorciatoia può pescare liberamente da ognuno dei menu due piatti a 120 euro o tre a 160. I tratti della cucina sono inconfondibili: il “cappuccino” non può mancare e...

Al piano terra il Grancaffè, con il suo spettacolare plateatico, si divide gli spazi con il Quadrino, bistrot informale dove si mangia bene e, considerando la posizione di cui gode, si spende insospettabilmente poco (sui 70 euro). Al primo piano il ristorante Quadri, un concentrato di storia, tradizione e lusso. Il tutto recentemente ristrutturato ad opera di due pesi massimi come Marino Folin, ex rettore della Facoltà di Architettura di Venezia, e Philippe Stark, celebre designer francese.

In cucina volano alte le idee di Massimiliano Alajmo, realizzate da Silvio Giavedoni e suddivise in tre menu degustazione: “Max”, “Raf”, entrambi a 225 euro e il sontuoso “Quattro Atti” a 250 euro. Non c’è una carta, ma chi cerca una scorciatoia può pescare liberamente da ognuno dei menu due piatti a 120 euro o tre a 160. I tratti della cucina sono inconfondibili: il “cappuccino” non può mancare e in questo caso è “di laguna”; il crudo di mare e terra, altro tema caro allo chef, qui diventa “battuta arrotolata al caviale Daurenki Tsar Imperial Petrossian”; gli spaghetti aglio, olio e peperoncino con rosole, carletti e bruscandoli sono accompagnati da un Bloody Mary; gli involtini di scampi fritti sono arricchiti dall’aroma dell’origano; il cosciotto d’agnello arrostito viene servito con carciofini brasati e doppio purè: alla curcuma e alla liquirizia.

La carta dei vini è ad ampio raggio e il servizio, attento alle esigenze della clientela internazionale, è una gara di sorrisi e premure.

Da Piazzale Roma o dalla stazione S. Lucia tutte le strade portano in Piazza S. Marco. In vaporetto sono circa 25 minuti.

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/ventavola/public_html/wp-content/themes/make-child/single.php on line 147