— Osteria alla Chiesa
Via Chiesa, 14
Monfumo (TV)
Osteria alla Chiesa
pranzo e cena
BM, CS, MC, VISA, EU
Turno di chiusura: martedì tutto il giorno e mercoledì a pranzo.
Ferie: variabili
Un esempio di come tecnica e fantasia facciano rima? L’animella di cuore di vitello cotta nel brodo di cappone con latte, grappa, miele, arachidi tostate ed estratto di sedano antico. Altro esempio? Gli spaghetti con sangue di vitello e uva passita fermentata

E chi direbbe che salendo a Monfumo, paesino nascosto fra i Colli Asolani, nell’osteria vicino alla chiesa si trova un laboratorio di idee che corrono a velocità 4.0? L’Osteria alla Chiesa di Giada Bergamin e Claudio Gazzola, coppia nella vita, è una voce fuori coro rispetto alla ristorazione tradizionale espressa da questa bella area della Marca Trevigiana. Qualcuno l’ha definita ‘cucina impulsiva’ perché spariglia le carte. Un esempio di come tecnica e fantasia facciano rima? L’animella di cuore di vitello cotta nel brodo di cappone con latte, grappa, miele, arachidi tostate ed estratto di sedano antico. Altro esempio? Gli spaghetti con sangue di vitello e uva passita fermentata. La carne d’asino viene declinata in più espressioni, tanto da meritarsi un menu dedicato. Riusciti i ravioli farciti con il cuore del ciuco. Di timbro più convenzionale le sette varietà antiche di pomodori con ajo bianco, pan fritto, paprika e angostura, o con la granchiella, insalata di alghe, burro bianco aromatizzato con garum di alici e limone. Anche nei dolci Gazzola conferma la sua tendenza di non fermarsi al ‘già visto’. Per apprezzare la varietà di orizzonti creativi dell’Osteria alla Chiesa ci si può orientare attraverso i tre menu: Ragione, Equilibrio e Istinto, rispettivamente da 55, 70 e 90 euro (4, 6 o 8 portate). Ai vini pensa Giada, con pensiero originale. In definitiva questa ‘Chiesa del gusto’ non ha timori nel presentarsi come luogo di avanguardia. Nessuno la accuserà mai di ‘eresia’, perché il decalogo che propone fa bene anche allo spirito