— Via Monte Grappa, 70/A
Zanè (VI)
Opera Terza
la sera; anche a pranzo nelle giornate festive o su prenotazione
tutte
C’è un interessante lavoro di ricerca, condotto con intelligenza e mano sicura, che si trasforma in un menu vario ed eclettico. I sapori si intrecciano senza sovrapporsi, i piatti incuriosiscono senza apparire artefatti: provate i ravioli ai cardi con crema di patate, nocciole e aceto balsamico…

“Nomen omen”. L’insegna del locale suggerisce un’idea di esperienza e affidabilità. Il nome, infatti, sta a indicare che siamo giunti alla terza tappa del percorso professionale e personale di Francesco Dal Santo, che gestisce il ristorante assieme alla moglie Agnese. Prima hanno aperto sull’Altopiano, a Lusiana, quindi sulla collina di Zugliano e da qualche anno hanno spostato cucina e sala a Zanè, in una cascina dei primi del Novecento, ristrutturata con gusto e arredata con sobria eleganza. Nell’età della maturità, il cuoco ha acquisito non solo in capacità (e questo va da sé), ma anche in scioltezza e brillantezza.

C’è un interessante lavoro di ricerca, condotto con intelligenza e mano sicura, che si trasforma in un menu vario ed eclettico. I sapori si intrecciano senza sovrapporsi, i piatti incuriosiscono senza apparire artefatti: provate i ravioli ai cardi con crema di patate, nocciole e aceto balsamico, oppure la zuppa di fagioli con radicchio tardivo e crostini di polenta. Tra i secondi, è valida l’idea del filetto di maiale lardellato con fichi caramellati e pistacchi. Anche un piatto tradizionale della cucina vicentina è modellato secondo nuove intuizioni: nasce così il Baccalà “all’amatriciana”, passata di ceci e porro fritto. Insomma, si gusta l’elemento di novità senza stancarsi (e staccarsi) dalla tradizione.

Incuriosiscono anche i dessert, come la crema fritta alla veneziana con marmellata d’arancia amara. Cantina che spazia dal Veneto all’Italia. Sui 45 euro.

Percorrendo la SP 349, che da Vicenza porta all’Altipiano dei 7 Comuni, dopo aver superato il cartello che indica il territorio comunale di Zanè, prendete la stradina a sinistra appena transitati sotto al cavalcavia dell’autostrada. È un po’ tortuosa ma continuate fiduciosi finché troverete il ristorante alla vostra sinistra (500/600 m).

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/ventavola/public_html/wp-content/themes/make-child/single.php on line 147