— Matteo Grandi
Piazza dei Signori 1
Vicenza
Matteo Grandi
328 1824572
A cena, sabato e domenica anche a pranzo
Tutte
Turno di chiusura: Martedì
Ferie: Variabili
Cuoco vicentino che ha girato il mondo, in provincia di Verona ha trovato il luogo dove sperimentare piatti creativi e affiancarli a quelli che sono diventati i “classici” della sua cucina, come l’Uovo Degusto e…

All’uscita di questa guida troverete una grossa novità a Vicenza. In un’estate in cui molti interpreti dell’alta cucina hanno scelto di non riaprire i propri locali o di ridimensionare i propri obiettivi, Matteo Grandi ha deciso di investire. Cuoco vicentino che ha girato il mondo e che ha fatto esperienze importanti, in provincia di Verona aveva trovato il luogo dove sperimentare piatti creativi e affiancarli a quelli che sono diventati i “classici” della sua cucina, come l’uovo Degusto, le fettuccine con oca, porcini e mandorle amare, l’agnello da latte e il paesaggio marziano. Dal 24 settembre questi piatti si possono assaggiare al primo piano del Garibaldi, lo storico Caffè in piazza dei Signori a Vicenza. A San Bonifacio Grandi lascia il nome “Degusto” a un’osteria di qualità che dovrebbe aprire in autunno, mentre nel salotto della città berica vuole creare assieme alla moglie Elena Lanza, responsabile del servizio di sala, la sua proposta gourmet a cui dare il suo nome. “Matteo Grandi”, negli intenti della affiatata coppia, dovrebbe essere un ristorante che propone, accanto ai classici del “Degusto”, un menù accattivante per ogni stagione, frutto di passione e di tanta ricerca. Grandi non girerà più il mondo ma nelle giornate in cui il locale veronese era chiuso non ha mai smesso di provare nuovi piatti e di girare fra i ristoranti dei colleghi, con l’umiltà di chi sa che c’è sempre ancora molto da imparare e scoprire. La carta dei vini dovrebbe invitare a guardare a scelte “laterali” e a percorsi originali. Da 50 a 90 euro. Molto meno al bistrot aperto anche a pranzo.