— San Vigilio, 7
Siusi allo Scilliar — Castelrotto (BZ)
Malga Gostner
sempre (per la sera è necessaria la prenotazione)
nessuna
Turno di chiusura: mai
Ferie: da Pasqua a fine maggio; da metà ottobre a S. Ambrogio
“Abbiamo tutto quello che ci serve! Dobbiamo solo aprire gli occhi e imparare a riconoscere quali sono i regali che la natura ci dona. C’è così tanto da vedere, toccare e assaggiare che da noi si riesce a sfiorare l’anima dell’Alto Adige”...

L’Alpe di Siusi, con i suoi immensi prati, i boschi, i sentieri di montagna, le vette, è un luogo speciale e magico in ogni stagione. E, d’inverno, il bianco della neve sembra fondersi con l’azzurro del cielo. Al centro di questo paradiso troverete la Malga Gostner. Franz Musler prima cattura i colori, i profumi e i sapori dei prati e dei boschi dell’Alpe di Siusi, poi li combina con creatività e tecnica sopraffina alla selvaggina, ai manzi allevati nei masi, deliziando gola e palati.

Tutta la sua filosofia è racchiusa in questa semplice frase: “Abbiamo tutto quello che ci serve! Dobbiamo solo aprire gli occhi e imparare a riconoscere quali sono i regali che la natura ci dona. C’è così tanto da vedere, toccare e assaggiare che da noi si riesce a sfiorare l’anima dell’Alto Adige”. Infatti, alla fine della salutare passeggiata che dalla stazione della funivia vi conduce alla Malga Gostner, ogni viandante trova conforto per il corpo e per lo spirito. Come aperitivo ecco la tisana agli aromi del sottobosco che apre la strada ai buoni canederli con ricotta d’alpeggio con rapa rossa. Le zuppe sono sempre corroboranti, ma le carni sono proprio golose: dal gulasch di manzo (razza Simmenthal) con polenta di Storo, cavolo bianco stufato, pino mugo e salsa al Lagrein Dunkel all’agnello valligiano arrosto con verdure radici e salsa alle spezie.

Si chiude in grande dolcezza con i canederli di prugne o con la tarte di pane e latte, composta di more, gin e rose. Formaggi della casa e buoni vini dell’Alto Adige. Circa 45 euro a pranzo. Alla sera si spende di più.

La via più bella è quella in funivia. Parcheggiate a Ortisei e salite verso il cielo. In pochi minuti sarete all’Alpe di Siusi.