— Via General Cantore, 2
Alpago (BL)
Locanda San Lorenzo
sempre
tutte, eccetto Diners e JCB
Turno di chiusura: mercoledì
Ferie: 15 giorni a maggio
Una cucina che ha come mission quella di far volare alto il nome della sua terra e dei suoi prodotti, a partire dalla degustazione del mitico agnello dell’Alpago. Anche da solo vale sempre il viaggio. La tartara di cervo compare in tavola con grande…

Un luogo di pace, fedele alla propria memoria anche nelle piccole cose: sulla strada che porta al Cansiglio, da dove venivano i legni per le navi della Serenissima, su un muro, è scritto ancora W Mercks, W Gimondi. La Locanda San Lorenzo è lassù nell’Alpago, un specie di terra di mezzo fra le montagne e il piano, con il grande dono del lago di Santa Croce, là in fondo.

Fondata il 7 gennaio del 1900 da Osvaldo Dal Farra, come locanda-osteria, è cresciuta a poco a poco nel tempo trasformandosi in un grazioso albergo con ristorante per gourmet. Ancora gestito, dopo un secolo abbondante, dalla famiglia Dal Farra. Ora Renzo, chef e patron, con a fianco il suo aiutante maggiore Paolo Speranzon, guida con grande mano una cucina che ha come mission quella di far volare alto il nome della sua terra e dei suoi prodotti, a partire dalla degustazione del mitico agnello dell’Alpago. Anche da solo vale sempre il viaggio.

La tartara di cervo compare in tavola con grande maestosità, seguita dall’avvolgente risotto di asparagi e foie gras. L’anguilla al profumo di alloro, purea di cavolfiore e riduzione di melograno suscita forti emozioni solo accarezzando il palato. Dolci voluttuosi a partire dal crumble salato, pistacchio, gelèe al limone, gelato di ricotta e yogurt e biscotto all’olio extravergine d’oliva. La cantina trabocca di oltre 800 etichette (con ricarichi corretti) e trasuda della passione con la quale paron Renzo l’ha curata anno per anno. Servizio gentile, premuroso e familiare. Una esperienza di fascino antico per un conto attorno ai 70 euro.

Percorrendo da Mestre a Belluno l’Autostrada d’Alemagna (A27), uscite al casello di Fadalto. Girate subito a destra, costeggiate il lago di Santa Croce e a Farra d’Alpago seguite le indicazioni per Puos. Sono 8 km dal casello.