— Via General Cantore, 2
Puos d’Alpago (BL)
Locanda San Lorenzo
sempre
tutte, eccetto Diners e JCB
Turno di chiusura: mercoledì
Ferie: 15 giorni a fine gennaio 
Renzo Dal Farra riesce a utilizzare i prodotti locali in maniera inattesa grazie soprattutto a due qualità: l’intelligenza empatica che gli permette di rispondere alle attese dell’ospite, si direbbe senza che questi abbia bisogno di manifestarle e la capacità di collegare concetti apparentemente distanti. Quest’ultima è la qualità di chi vola alto…

Vi trovate di fronte a persone di sapienza e di stile, con una loro “forza tranquilla”, tipica della gente di montagna che scavalca i monti un passo dopo l’altro. Così si tracciano i sentieri e si entra nel futuro. Quello della Locanda arriva da lontano, esattamente dal 1900, e ha segnato un percorso del gusto lungo tre generazioni. Renzo Dal Farra, sempre al timone del locale, riesce a utilizzare i prodotti locali in maniera inattesa grazie soprattutto a due qualità: l’intelligenza empatica che gli permette di rispondere alle attese dell’ospite, si direbbe senza che questi abbia bisogno di manifestarle, e la capacità di collegare concetti apparentemente distanti. Quest’ultima è la qualità di chi vola alto.

Prendete la trota dell’Alpago, marinata e appena affumicata, con avocado, chutney di ananas e peperoni. A chi verrebbe in mente di usare questi ingredienti con il pesce? A lui sì. Oppure, tra i primi, provate gli spaghetti con cime di rapa, ricotta del Cansiglio, salsa di ostriche e acciughe. Una delizia. Sulla stessa linea dell’accordo armonico anche la testina di vitello e scampi con gelato alla senape e i locali fagioli gialèt oppure i tortelli tiepidi di piselli con salsa di crescione e gamberi rossi al wasabi.

Tra i classici, da segnalare la degustazione di agnello dell’Alpago, un delizioso cervo, oppure la fricassea di mare, perché anche se qui attorno le Alpi sono affascinanti, il mare è un sentimento dell’animo. Cantina ricca, due menu degustazione a 68 e 77 euro. Circa 70 alla carta.

Percorrendo da Mestre a Belluno l’Autostrada d’Alemagna (A27), uscite al casello di Fadalto. Girate subito a destra, costeggiate il lago di S.Croce e a Farra d’Alpago seguite le indicazioni per Puos. Sono 8 km dal casello.