— Agri Ristorante Le Vescovane srl
Via San Rocco, 19
Longare (VI)
Le Vescovane
la sera; sabato e domenica anche a pranzo
tutte
Turno di chiusura: lunedì e martedì
Ferie: mai
A raccontare piatti e cantina, Giovanni Sandri è un autentico affabulatore che incanta il pubblico. A iniziare dal “ricordo di un cocktail” di gamberi. Un must immancabile, per chi è legato alla tradizione, è il baccalà alla vicentina. Ci si lascia conquistare anche…

In un’antica dimora del XV° secolo riportata agli antichi splendori, l’amore guida ogni cosa. Tutto intorno lo splendido scenario dei Colli Berici. Le camere accoglienti, le passeggiate nella natura, il piacere della scoperta, tutto contribuisce a rendere l’esperienza gastronomica memorabile. L’agri-ristorante racconta, in chiave attuale, una lunga storia di cucina che va ben oltre il territorio e un’ampia cultura gastronomica, tramite l’interpretazione di Davide Pauletto che, da chimico, studia le materie prime per ricavarne il massimo sul piatto e, da appassionato, le esalta nel modo più naturale e saporito, in leggerezza. A raccontare piatti e cantina, Giovanni Sandri è un autentico affabulatore che incanta il pubblico. A iniziare dal “ricordo di un cocktail” di gamberi. Un must immancabile, per chi è legato alla tradizione, è il baccalà alla vicentina. Ci si lascia conquistare anche dal raviolo di San Rocco e dal germano scappato dallo spiedo. La carta è strutturata in un originale susseguirsi di percorsi che invitano all’assaggio. Sono “Proposte”, “Sensazioni”, “Riflessioni” e “D.N.A.” ai quali si aggiungono i “Dolci peccati” e l’estivo “Giardino del Cibo”. Per chiudere in dolcezza: fiordilatte di capra, more e mandorle satinate. Sorprendente la tartelletta di melanzane, cioccolato e menta. I suggerimenti, al tavolo, sono una guida sicura che spazia anche attraverso le etichette, più di 180, selezionate con pura passione. Il servizio è coinvolgente e impeccabile. Il conto si aggira intorno ai 45 euro.