— L'Artigliere - Ristorante con Locanda
Via Boschi, 5
Isola della Scala (VR)
L’Artigliere
sempre
Cartasì, Eurocard, Visa, Bancomat, Mastercard
Turno di chiusura: lunedì e martedì
Ferie: primi dieci giorni di gennaio, il mese di agosto
La linea di cucina è basata su concretezza e rotondità del gusto, con una moderata creatività che non si spinge mai oltre le righe di uno spiccato senso estetico. Non a caso ha conquistato il premio “Il Ristorante dell’Anno” nell’edizione 2020 di Venezie a Tavola. La carta…

Davide Botta è un cuoco di lunga esperienza e tecnica certosina, che dopo la sua felice esperienza bresciana, qui, a Isola della Scala nella bassa campagna veronese, ha dato vita a un luogo del gusto. Il mulino del 1612, ristrutturato con garbo e sapienza, offre oltre al ristorante anche belle camere che portano il nome di una tipologia di riso, grande prodotto locale al quale è dedicata un’apposita sezione del menu. La linea di cucina è basata su concretezza e rotondità del gusto, con una moderata creatività che non si spinge mai oltre le righe di uno spiccato senso estetico. Non a caso ha conquistato il premio “Il Ristorante dell’Anno” nell’edizione 2020 di Venezie a Tavola. La carta dei risotti conta molte proposte, accomunate da bella tecnica e qualità della materia prima. Accostamenti curiosi e leggiadri nel Carnaroli “Tre sfumature di rosé”, rapa rossa, vino rosé e karcadé; rassicuranti e golosi nel risotto al Grana Padano, fondente di cipolla e quaglia arrosto; creativi e provocanti invece nel risotto al mango con ombrina affumicata, sesamo nero e limone. I secondi non sono da meno, basta pensare al singolare merluzzo alla boscaiola con funghi cardoncelli e polenta, o provare il succulento petto d’anatra al porto con scalogno allo zafferano. Tra i dolci uno di antica, dolce memoria come la zuppa inglese. Carta dei vini ben pensata, con diverse proposte al calice. Il servizio, cortese e discreto, è coordinato dalla moglie Marina. Sempre curioso il percorso degustazione “I Fantastici 4”: tre risotti a sorpresa e un dessert a 46 euro. Alla carta mediamente 60.