— Piazza Castello, 2
Colloredo di Monte Albano (UD)
La Taverna
sempre
tutte
Turno di chiusura: mercoledì, domenica sera
Ferie: variabili durante l’inverno
Ora ai fornelli è il turno di un giovane veronese, Ivan Bombieri, fautore di uno stile moderno al quale non mancano concretezza e sapore, oltre a un ricco orto al quale attingere le primizie di stagione. Ecco quindi il divertente “Aspic 2018” con guancia, lingua, nervetti, verdure in gelatina e chutney di cipolla rossa, ma anche…

Il contesto in cui si trova questo ristorante è senza dubbio affascinante, tra le serre e l’orangerie di un castello del 1300 che è risorto da poco tempo proprio dall’altro lato della strada nella sua magnificenza, dopo il devastante terremoto che poco più di quarant’anni fa rase al suolo parte della regione. Qui, all’inizio degli anni ’80, Piero Zanini prese insieme alla moglie le redini di quella che era un’osteria di paese, trasformandola in un locale di charme. Tanti cuochi si sono avvicendati in cucina da allora: ora ai fornelli è il turno di un giovane veronese, Ivan Bombieri, fautore di uno stile moderno al quale non mancano concretezza e sapore, oltre a un ricco orto al quale attingere le primizie di stagione.

Ecco quindi il divertente “Aspic 2018” con guancia, lingua, nervetti, verdure in gelatina e chutney di cipolla rossa, ma anche della zuppetta fredda di pomodori e melanzane, pane croccante, olive e gelato all’olio extravergine. Tra i primi è molto buono il risotto ai funghi di Carnia con tartufo nero e fegato grasso appena scottato, ma vanno assaggiati anche i garganelli con crostacei, crema di zucchine alla menta e bisque ridotta. Succulento lo stinco di vitello arrostito con la birra, il suo succo e servito con patate, panna acida ed erba cipollina.

Notevole conclusione con il cremoso al lemongrass, rabarbaro sciroppato, noci di macadamia e gelato al levistico. Servizio di grande cordialità e carta dei vini di davvero eccellente spessore. Circa 70 euro alla carta.

Uscire al casello autostradale di Udine Sud (A23); svoltare a destra e imboccare la tangenziale nord di Udine.Quindi proseguire per la SP 49 (direzione Pagnacco/Osoppo) e seguire le indicazioni per Colloredo di Montalbano (dal casello 10 km, mentre da Udine 14).