— La Posata Bianca
Piazza Caduti 30
Abano Terme (PD)
La Posata Bianca
a pranzo e cena
AU, BM, CS, DC, MC, VISA, EU
Turno di chiusura: giovedì
Ferie: mai
Mariana ha cercato una felice sintesi fra passione, disciplina tecnica e un'innata sensibilità. I suoi piatti, frutto di talento e di una formazione rigorosa, sono - si conceda il paragone - come passi di danza fra colori, composizioni e armonie di sapori…

Il tratto distintivo, la cifra stilistica, talvolta è frutto di qualità innate. La formazione, poi, fa il resto. Modifica, plasma, affina. In Mariana Epure queste qualità innate sono innanzitutto di profilo umano. Sono il valore su cui la giovane cuoca arrivata da Bucarest nel 2004, abbandonando studi di veterinaria, ha costruito piano il suo futuro. Partendo dall’umile lavoro di lavapiatti, ma arrivando a fare il cuoco già nello stesso ristorante di esordio. Perché lei ama la cucina italiana, le piace studiarla. Innovarla. C’è levità, garbo e persino un tocco onirico nella sua cucina. Che è quella del ristorante La Posata Bianca, bel locale in stile shabby chic di fronte al municipio di Abano Terme. Mariana ha cercato una felice sintesi fra passione, disciplina tecnica e un’innata sensibilità. I suoi piatti, frutto di talento e di una formazione rigorosa, sono – si conceda il paragone – come passi di danza fra colori, composizioni e armonie di sapori. Materie prime, come verdure ed erbe aromatiche, arrivano da un orto di casa. Quello di una famiglia di amici. Ogni mattina ne porta in ristorante una cassetta. Delizioso l’uovo cotto a 65° in fonduta di formaggio Asiago Dop, con tartufo nero e porcini su nido di crumble al cacao. Come pure il risotto mantecato al baccalà e mirtilli, con olio all’erba luigia: un piatto che ha portato bene a Mariana anche in un concorso importante. Buona la zuppa di pesce in salsa di pomodoro con crostini all’origano. Ispirato al gioco il tiramisù. Anche in pane e grissini c’è la sua ‘firma’. Carta dei vini ampia, variegata e vivace. Conto sui 65 euro.