— Bad Schörgau
Località Bad Schörgau
Sarentino (BZ)
La Fuga dell’Hotel Bad Schörgau
a cena
tutte, eccetto American Express
Turno di chiusura: lunedì; martedì; domenica, il ristorante Alpes è aperto anche a pranzo e alla domenica
Ferie: febbraio e marzo
Un tuffo “salutare” in quella che è la cucina del “Sesto Senso”, ovvero del benessere. L’albergo del patron Gregor Wenter situato in un idillico anfiteatro verde, celebre per la sua fonte d’acqua sin dal 1600, si è quasi completamente ri-convertito a questa filosofia…

Se riservare un posto alla chefs Table La FuGa (acronimo di Laboratory for Future Gastronomy) con le sue ferree regole per prenotare e l’ambita sperimentalità, diventa sempre più complicato, l’accesso ai tavoli del ristorante Alpes che replica in maniera meno formale i piatti del cuoco Mattia Baroni, offre una gran bella esperienza gastronomica e un tuffo “salutare” in quella che è la cucina del “Sesto Senso”, ovvero del benessere. L’albergo del patron Gregor Wenter situato in un idillico anfiteatro verde, celebre per la sua fonte d’acqua sin dal 1600, si è quasi completamente ri-convertito a questa filosofia. L’ampio spettro di fermentati, dalla kombucha ai Miso di legumi, ai molteplici garum ottenuti dalle carcasse degli animali lavorati in casa sono pezzi di avanguardia di un movimento che sta ormai contaminando la cucina mondiale. Dietro alla concisione dell’assoluto di radici e ravioli al Daikon si cela la ricerca estrema di un “brodo” di soli vegetali che rivaleggia con un tradizionale bollito. Notevole il risotto al kefir e salmerino così come l’anatra di bosco, emulsione all’anatra e salsa al muschio. Ma è nella pecora zoppa che l’idea di cucina di Mattia Baroni riesce a spingersi ai limiti, “sempre controllati” delle tecniche di evoluzione di ingredienti come la carne di ovino recuperando antichi saperi contadini. Un piccolo capolavoro. La bella scelta dei vini, tutti in stile “naturale” selezionati da Wenter, dà ulteriore coerenza e spessore a tutto il progetto. 152 euro, in condivisione del tavolo fino a un massimo di 8 persone