— Calle Pretoria, Riviera Monticano 6
Oderzo (TV)
Gellius
sempre
tutte
Jeunes Restaurateurs d’Europe
Turno di chiusura: domenica sera e lunedì
Ferie: 15 giorni in febbraio, 15 giorni in luglio
La carta combina sapientemente gusto e nutrimento, tra morbide tentazioni come l’uovo cremoso con ristretto di verdura e limone, e i ravioli di “maionese” al basilico, pomodoro, melanzane e pinoli…

Un unico ingresso per due anime distinte: il Gellius è un’immersione nella storia e, grazie al restyling di luglio, il ristorante gourmet splende di nuova luce e guadagna un’atmosfera ancor più coinvolgente e raffinata, dal design pulito. Sotto, il bistrot Nyù, è un ambiente in cui la cucina a vista fluisce verso la sala. Qui il menù è easy, in un tuffo di gusto a diretto contatto con i reperti romani dell’area museale.

La qualità Gellius sigla la nuova proposta “Il Mercato ore 13”. È una soluzione efficace per una pausa pranzo veloce ma stilosa. Due percorsi di sapori creati ad hoc in tre piatti più calice di vino e caffè (45 e 50 euro). La carta combina sapientemente gusto e nutrimento, tra morbide tentazioni come l’uovo cremoso con ristretto di verdura e limone, e i ravioli di “maionese” al basilico, pomodoro, melanzane e pinoli. Riusciti gli abbinamenti di sapori tra orto e mare degli spaghetti al succo di peperone, baccalà, foglie di cappero, oppure nei secondi, del San Pietro croccante al verde d’erbe, frutta e verdura all’agro con salsa olandese. Un must Gellius è sicuramente il piccione in casseruola con Tarte-Tatin alla cipolla rossa e melanzane.

Dolcezza in chiusura, magari con l’energetico “Uhhh…ovo”: zabaione, cioccolato Dulcey, cioccolato bianco. La cantina, che gira il mondo in 900 etichette, però trova spazio per le piccole realtà di pregio, tutte da scoprire, anche al calice. Il conto? Intorno ai 70 euro se si sceglie la carta; in alternativa la degustazione con “Quinque” (85 euro) oppure “Septem” (110 euro).

Per chi transita nella Gioiosa Marca è facile raggiungere Oderzo; il ristorante è praticamente appoggiato al centro storico. Per coloro che sfrecciano per le autostrade del Veneto si consiglia di imboccare la A27 e uscire a Treviso Sud.