— Elliot
Via Orsaria, 50
Manzano (UD)
Elliot
sempre
tutte, eccetto Diners
Turno di chiusura: domenica sera e lunedì
Ferie: tre settimane a gennaio
La cucina è stata affidata alle cure del giovane Andrea Fantini, che vanta un curriculum di tutto rispetto, con esperienze prima alla corte di Sergio Mei e poi dai Bastianich all’Orsone; i suoi piatti sono un’interpretazione contemporanea dei sapori legati al territorio, e rispettano, con rigore, il susseguirsi delle stagioni…

Adagiata su una delle colline che abbracciano la cittadina medievale di Manzano, in una zona particolarmente vocata alla viticoltura, che prende il nome di Colli Orientali del Friuli, esiste da settant’anni una trattoria che ha scritto un pezzo di storia gastronomica e che nel tempo si è evoluta in un raffinato ristorante. L’ambiente interno combina elementi in stile rustico tradizionale a finiture moderne e arredi lineari, che si riscoprono anche nelle camere dell’attiguo boutique hotel. Nei giorni più caldi l’ampia terrazza esterna offre refrigerio e si presta a piacevoli momenti di convivialità, nonché divertenti serate musicali, con lo sguardo che si perde nei colori del suggestivo paesaggio.
La cucina è stata affidata alle cure del giovane Andrea Fantini, che vanta un curriculum di tutto rispetto, con esperienze prima alla corte di Sergio Mei e poi dai Bastianich all’Orsone. I suoi piatti sono un’interpretazione contemporanea dei sapori legati al territorio, e rispettano, con rigore, il susseguirsi delle stagioni. I gamberi con tonica e ginepro sono l’antipasto ideale per inaugurare il menu autunnale. A seguire, un buon risotto ai porcini, malto d’orzo e crescione.
Tra i dolci invece, merita l’assaggio la sbrisolona alla nocciola con gelato e pere. Il servizio è preciso e puntuale, coordinato con abilità da Andrea Sbrizzo, responsabile di sala e curatore della cantina, dove riposano in prevalenza etichette locali, con particolare attenzione ai vignaioli emergenti. Scegliendo alla carta, si spendono sui 55 euro.