— Via Dolada Pieve, 21
Alpago (BL)
Dolada
sempre
tutte
Nell’accogliente sala, recentemente ristrutturata, vanno in scena piatti ricchi di personalità: tra gli antipasti la classica tartare di cervo ai profumi del bosco e le lumache al burro Bourguignonne con funghetti e erbe selvatiche. Tra i primi…

Dolada, la maestosa montagna alle pendici della quale sorge il piccolo paese di Pieve d’Alpago, ha dato il nome a questo meraviglioso rifugio gastronomico affacciato sul Lago di Santa Croce. La gestione è da sempre nelle mani della famiglia De Prà: Enzo e Rossana, dopo una lunga, gloriosa carriera ai vertici della ristorazione italiana, hanno ceduto il passo al figlio Riccardo, cuoco dotato di solida base tecnica, i cui passaggi creativi sono sempre orientati alla valorizzazione delle ottime materie prime di cui dispone.

Nell’accogliente sala, recentemente ristrutturata, vanno in scena piatti ricchi di personalità: tra gli antipasti la classica tartare di cervo ai profumi del bosco e le lumache al burro Bourguignonne con funghetti e erbe selvatiche. Tra i primi, la zuppa “De Prà” con gnocco ripieno di formaggio Dolada Stravecchio è una valida alternativa all’originale interpretazione di Riccardo della carbonara. Tra i secondi da non perdere il trittico di agnello dell’Alpago: costolette impanate “alla maniera della nonna”, arrosticino alla brace e “fongadina” (preparazione a base di frattaglie) gratinata.

L’ampia carta dei vini dispone di diverse bottiglie d’annata e di una buona proposta al calice; il servizio, di grande cortesia, beneficia delle frequenti puntate in sala del padrone di casa a spiegare i piatti e a raccogliere le ordinazioni. Menu “Gran Degustazione Alpago” a 88 euro, menu dei classici a 62 euro, alla carta sui 70.

Dall’autostrada deviate per la A27. Uscite al casello di Belluno, proseguite verso destra fino a incrociare la SS51. In 9 km sarete a destinazione, seguendo le indicazioni per Pieve d’Alpago.

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/ventavola/public_html/wp-content/themes/make-child/single.php on line 147