— Via Generale Cadorna, 31
Arzignano (VI)
Damini
sempre (dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19.30 alle 22)
tutte
Turno di chiusura: domenica sera e lunedì
Ferie: tre settimane ad agosto
A far splendere la carne selezionata con maestria da Gian Pietro ci pensa Giorgio, che ai fornelli dimostra tecnica solida e la giusta dose di creatività. Irrinunciabile iniziare dalla carne cruda: la selezione classica di tre frollature (5, 20 e 40 giorni) o la battuta guidata dall’estro del cuoco…

Da diversi anni i fratelli Giorgio e Gian Pietro Damini hanno acceso i riflettori dell’enogastronomia su Arzignano, trasformando la macelleria di famiglia in uno dei templi della carne italiana: bottega, enoteca e ristorante. E non parliamo soltanto di carne di straordinaria qualità: l’obiettivo dei Damini è mostrare tutto quello che viene prima, i metodi di allevamento, la filiera, la maestria nella macellazione e nella frollatura. Ma, soprattutto, i rapporti personali che legano allevatori e produttori, vero grande motore di questo locale.

A far splendere la carne selezionata con maestria da Gian Pietro ci pensa Giorgio, che ai fornelli dimostra tecnica solida e la giusta dose di creatività. Irrinunciabile iniziare dalla carne cruda: la selezione classica di tre frollature (5, 20 e 40 giorni) o la battuta guidata dall’estro del cuoco. Di splendido equilibrio l’interpretazione della pasta e fagioli: ravioli ripieni di maiale affumicato, con crema di fagioli bianchi e limone candito. Tra i secondi, ovviamente, l’imbarazzo della scelta, tra costate di diverse razze e frollature e interpretazioni più elaborate, come il piccione servito come una “sopa coada”.

Menzione speciale per i dessert, golosi ma non ruffiani (gelato al cetriolo e cocco, arachidi, sesamo e menta). Carta dei vini ampia e molto stimolante. Servizio competente e familiare. Diversi menu a mano libera (4, 7 e 11 portate, rispettivamente a 65, 95 e 115 euro), tra i 50 e i 110 euro alla carta.

Percorrendo la statale che collega Vicenza a Verona, poco dopo Alte Ceccato-Montecchio Maggiore, alla prima grande rotatoria girare a sinistra per Arzignano. In zona industriale proseguire fino alla fine di viale dell’Industria, girare a destra in via Duca d’Aosta e poi ancora la prima a destra.