— Ulica Vinka Vodopivca, 24
Nova Gorica (Slovenia)
Dam boutique hotel & restaurant
sempre; sabato solo la sera
tutte
Turno di chiusura: domenica e lunedì
Ferie: una settimana a gennaio, tre settimane ad agosto
L’ambiente interno è stato da poco ristrutturato: il design minimalista e le luci soffuse, uniti a una piacevole musica classica di sottofondo, creano un’atmosfera elegante e sofisticata. Il cuoco Uroš Fakuč accoglie e accompagna personalmente i clienti al tavolo, mettendoli a proprio agio…

Quando si giunge dinnanzi al ristorante, si può rimanere perplessi. Infatti l’edificio appare anonimo, complice la collocazione nella zona industriale di Nova Gorica, fredda e silenziosa. Ma basta varcare la soglia per cambiare idea. Gli interni sono stati da poco ristrutturati: il design minimalista e le luci soffuse, uniti a una piacevole musica classica di sottofondo, creano un’atmosfera elegante e sofisticata.

Il cuoco Uroš Fakuč accoglie e accompagna personalmente i clienti al tavolo, mettendoli a proprio agio. La sua cucina è ispirata fondamentalmente alla tradizione: piatti dai sapori semplici e armonici, con qualche provocazione. Il menù “Tradizione DAM” si apre con una scenografica entrée a base di tramezzini croccanti al profumo di rosmarino e “finti tartufi” di morbido formaggio di capra, per passare poi a un convincente e raffinato antipasto di pesce crudo, accompagnato da una granatina al frutto della passione.

Quindi è il turno della colorata insalata di capesante e ortaggi, ma non mancano i collegamenti alla terra: l’uovo cotto in crosta integrale su crema al tartufo ne è un esempio. Segue un saporito risotto di gamberi e polvere di prezzemolo. Quindi, un filetto di tonno al nero di seppia. Il sorbetto al mojito rinfresca il palato, preparandolo all’ultima sinfonia: il dolce al cioccolato con fior di sale, arancio e olio evo. La carta dei vini è valida e ben curata: molte etichette del Collio Sloveno e alcune bollicine d’oltralpe. Il servizio è puntuale e garbato. Menu degustazione a 65 euro, circa 60 alla carta.

Dall’uscita dell’autostrada sulla A4 a Villesse si prosegue fino a Nova Gorica e si imbocca la strada per Aidussina e, al secondo semaforo, si gira a sinistra.