— CoVino
Calle del Pestrin, Castello 3829
Venezia (VE)
CoVino
sempre
BM, CS, MC, VISA, EU
Turno di chiusura: martedì e mercoledì
Ferie: variabili
L’ispirazione arriva da un viaggio a Parigi e in particolare dalle suggestioni dell’allora nascente “bistronomie”: atmosfera conviviale, sorretta da una proposta gastronomica di alto profilo, basata su ingredienti stagionali, etici e…

Cosa ci fa un locale di gusto francese a due passi da Piazza San Marco, nel cuore del sestiere di Castello? Da quasi dieci anni, ormai, l’avventura di Andrea Lorenzon (oste e anima di CoVino, nonché figlio d’arte di uno dei più attenti ristoratori in città) e Cesare Benelli, patron dello storico Covo, sta imprimendo un’interessante spinta alla proposta gastronomica veneziana. L’ispirazione arriva da un viaggio a Parigi e in particolare dalle suggestioni dell’allora nascente “bistronomie”: atmosfera conviviale, sorretta da una proposta gastronomica di alto profilo, basata su ingredienti stagionali, etici e di comprovata qualità. Questa la filosofia che tutto muove al CoVino: dal menu, semplice e in continuo cambiamento; alla carta dei vini originale e dedicata esclusivamente a produzioni piccole e artigianali; al servizio, spigliato, divertito e divertente. La cucina, orientata alla valorizzazione della materia prima, propone piatti golosi e ben eseguiti: è il caso, per esempio del coniglio di Carmagnola, servito in panzanella con verdure croccanti e pane ammollato. O ancora della pappa al pomodoro arricchita con spezie di gusto orientale. Eccellenti gli spaghettoni alle vongole e bottarga, vero e proprio “patrimonio dell’umanità”, come recita il menu. Semplici e di buona fattura i dolci. Due formule – anch’esse di stile francese – una a 40 euro, che comprende 2 piatti e dessert; una a 30 euro, con piatto principale e dessert. A 45 il menu alla cieca.