— Cok
Sv. Antona, 2
Cittanova/Novigrad (Istria/Croazia)
Cok
sempre
tutte
Turno di chiusura: mercoledì
Ferie: gennaio 
Una lunga esperienza e un solido credo nella ristorazione istriana tracciano una rotta precisa e golosa che attira, giorno dopo giorno con pazienza e passione, appassionati viandanti che ricercano la tradizione genuina…

È tutta la famiglia di Sergio Jugovac che governa questo approdo gastronomico sicuro proprio all’ingresso della luminosa Cittanova. Lui, il paron, un capitano di lungo corso della ristorazione, si dedica a una vita più bucolica, curando l’orto e le api e trasferendone poi i frutti al ristorante. Conoscendo bene l’arte dell’ospitalità e una rete di pescatori amici, riesce a rifornire sempre la cucina di pesce fresco. Infatti, i piatti parlano di sapori puliti che sprigionano i profumi del mare. Una lunga esperienza e un solido credo nella ristorazione istriana tracciano una rotta precisa e golosa che attira, giorno dopo giorno con pazienza e passione, appassionati viandanti che ricercano la tradizione genuina. Il pesce fresco è l’assoluto protagonista; l’esecuzione è classica e a parlare è soprattutto ‘lui’ servito con identica maestria sia crudo che cotto. Nel generoso menu, che vi tenterà anche con il sapido prosciutto, non possono mancare (mare permettendo) le aragoste, i dolci scampi crudi del Quarnaro; le fragranti capesante e canestrelli o la tartare di pesce blu dell’alto Adriatico. Tra le paste golose spiccano i tagliolini con la granseola e i ravioli farciti di scampi e tartufo nero. Il fritto di calamari è una vera delizia mentre, secondo stagione, tartufi, asparagi selvatici, funghi e finocchietto selvatico accompagnano i pesci nobili. Grande il branzino selvatico istriano ai tre oli delle terre istriane. Buoni vini e servizio simpatico; manca solo la vista sul mare, ma basta attraversare la strada. Circa 45/50 euro.