— Località Castel Toblino, 1
Madruzzo (TN)
Castel Toblino
sempre
tutte
Turno di chiusura: lunedì e martedì
Ferie: da novembre a fine febbraio; in novembre e dicembre aperto solo su prenotazione
Qui sono le stagioni a governare la successione dei piatti: caleidoscopio di sapori nel coregone mentre le sarde del “Grande Lago” condiscono sempre golosamente i bigoli al torchio con pinoli, uvetta e limone candito. Non meno golosa la…

Lo scenario fiabesco che vi comparirà davanti non ha eguali, già prima di aver varcato le austere mura dell’antico maniero che sembra emergere direttamente dal lago. Chissà se nelle notti senza luna lo spirito di Claudia Particella, amante di Carlo Emanuele Madruzzo, Principe Vescovo di Trento, vaga ancora solitaria per le acque del lago. Quali che siano le leggende e quali che fossero le funzioni militari di questo castello contribuiscono solamente ad accrescerne il fascino. Le sale dall’eleganza spartana conservano un’atmosfera romantica e un po’ misteriosa, come si addice a una dimora d’altri tempi.

Stefano Bertoni lavora con passione, cuore e professionalità, guidando una giovane brigata alla quale trasmette tutto il suo sapere. La filosofia della cucina è ricca di fantasia e creatività ma l’attenzione al territorio e alla tradizione si fa ogni anno più forte valorizzando sempre di più i prodotti della terra e dei laghi in un gioco di colori e sapori. Qui sono le stagioni a governare la successione dei piatti: caleidoscopio di sapori nel coregone mentre le sarde del “Grande Lago” condiscono sempre golosamente i bigoli al torchio con pinoli, uvetta e limone candito. Non meno golosa la lombatina d’agnello in crosta di pane alle mandorle con cime di broccolo.

Dolci: su tutti il cremoso al cioccolato, gelato alla torta di mele, nocciole croccanti. La cantina spazia dai vini trentini a tutto lo stivale italico con 200 etichette ricaricate in maniera discreta. Menu “della Terra e dell’Acqua” a 58 euro; “del Lago” e “Vegetariano” a 38; alla carta circa 70.

Dall’autostrada del Brennero uscire a Trento Sud, prendere la tangenziale verso nord in direzione di Madonna di Campiglio e dopo 15 km avrete raggiunto la fantastica zona dei laghi.