— Umaška, 12 - Frazione San Lorenzo
Umago-Umag (Istria/Croazia)
Badi
sempre
Visa, Master, Maestro, ViPay – Jeunes Restaurateurs d’Europe
Turno di chiusura: lunedì; mai in estate
Ferie: dal 20 gennaio al 27 febbraio
Buon pesce e “bona siera”, ovvero un’accoglienza sincera. Garantisce Badi, ovvero Nado, uomo dalle maniere fini (sempre in giacca e cravatta), quasi d’altri tempi. Uno che ha fatto crescere anche il territorio, a cominciare dai produttori di vino e di olio istriani…

Badi a San Lorenzo di Umago, tranquillo borgo di pescatori accarezzato dalle acque dell’Adriatico, è da sempre il soprannome della famiglia Badurina. In Istria i soprannomi contano ancora. Ecco perché 33 anni fa Nado Badurina decise di chiamare così il proprio ristorante, semplicemente Badi. E ad apprezzarlo non furono solo gli istriani, ma anche i triestini e poi i tanti turisti che hanno celebrato la bellezza della regione.

Oggi la “gostilna” di allora è un ristorante raffinato, dal design contemporaneo, ma ancora fortemente legato all’identità delle origini. Buon pesce e “bona siera”, ovvero un’accoglienza sincera. Garantisce Badi, ovvero Nado, uomo dalle maniere fini (sempre in giacca e cravatta), quasi d’altri tempi. Uno che ha fatto crescere anche il territorio, a cominciare dai produttori di vino e di olio istriani, di cui è stato uno dei “talent scout”.

Oggi al timone del ristorante c’è il figlio Ivan, che ha coronato il sogno di portare il locale nella JRE, l’associazione dei giovani ristoratori europei. La cucina si è evoluta e presenta anche piatti creativi, seppur resta la famosa “buzara” Badi ricca di crostacei e conchiglie il piatto più richiesto. Il menu è una bella sintesi fra avanguardia e tradizione. Nelle varie combinazioni di “degustazione” (da 50 a 70 euro) si può spaziare fra i piatti di ieri – quelli delle più schiette abitudini istriane di mare – e quelli dal linguaggio più innovativo. Ecco allora i crudi e i piatti con tocchi creativi audaci. Imperdibile la carrellata di olii istriani. Sui 50 euro. Se ci si ferma a dormire proprio all’attigua Villa Badi.

Alla superstrada che aggira Trieste passate per il valico di Rabuiese e, a Capodistria, seguite le indicazioni per Pola. San Lorenzo si trova a metà della strada costiera che unisce Umago a Cittanova.