— T Fondaco dei Tedeschi by DFS San Marco
Venezia (VE)
Amo
sempre
tutte
Turno di chiusura: mai
Ferie: mai 
La raffinatezza contraddistingue l’offerta e, in particolare, le specialità realizzate dal giovane Marco Danelli, giunto qui dopo l’esperienza alle Calandre e La Montecchia e supervisionato da Silvio Giavedoni…

Nell’atrio dell’elegante T Fondaco dei Tedeschi, AMO trova la giusta scenografia, circondato da quattro piani di colonnati. Il concept originale del locale, gestito dalla famiglia Alajmo, abbina caffetteria e ristorante ed è aperto anche oltre l’orario dello shopping. Philippe Starck firma il design degli spazi, mentre la figlia Ara affresca le pareti.

La raffinatezza contraddistingue l’offerta e, in particolare, le specialità realizzate dal giovane Marco Danelli, giunto qui dopo l’esperienza a Le Calandre e a La Montecchia e supervisionato da Silvio Giavedoni. Il pubblico si accomoda nella corte su comodi divani in pelle dall’alto schienale, mentre, a centro tavola, il giovane e attento staff serve i piatti realizzati con ingredienti freschi, da condividere con i commensali, creando sempre nuovi giochi di sapori e occasioni di gustose conversazioni.

L’AMO burger è l’ideale per un fugace, ma saporito, break di mezzogiorno, oltre alle insalate e ai piatti del giorno; la sera si approfondisce l’esperienza scegliendo piatti come il cappuccino di ragù di coniglio con pesto alle erbe mediterranee o gustando la pizza Margherita croccante al forno con pomodoro, mozzarella di bufala, basilico e origano calabrese. Omaggia Venezia lo scartosso di triglia, fiori di zucchina, seppie, latterini, anelli di cipolla rossa, salsa estragone. Tiramisù tra i dessert? Sì, ma al pistacchio. La carta dei vini dà molte soddisfazioni, la gestione del bar è affidata a Lucas Kelm. Due menù degustazione (65 e 80 euro), alla carta il conto base può partire da 50 euro.

Passeggiando per Venezia verso San Marco, troverete il Fontego dopo il Ponte di Rialto.