— AlpiNN
Plan de Corones, 11
Brunico (BZ)
AlpiNN
a pranzo (alla sera solo per eventi)
tutte eccetto AE
Turno di chiusura: mai
Ferie: dal 20 aprile al 20 maggio
Non potrebbe esserci scenario migliore per raccontare la tradizione e i prodotti del territorio con piatti, buoni, eleganti e fedeli ai giacimenti gastronomici valligiani. Dagli “ortaggi, erbette e Kombucha, al “c’era una volta una trota”, tutto local e rispettoso della

Arricchito da una nuova sala ricavata dalla copertura di una parte dell’ampia terrazza, il rifugio bistrot plasmato intorno alla figura e alla filosofia gastronomica di Norbert Niederkofler non finisce di stupire.
Quando il consiglio di amministrazione della funivia di Plan De Corones chiese di realizzare un ristorante nel nuovo museo della fotografia che facesse parlare di sé come il vicino Messner Mountain Museum Corones di Zaha Hadid, Niederkofler accettò a patto di poter applicare al progetto architettonico la sua filosofia di Cook the Mountain. Così fu, non solo in cucina, ma anche negli arredi e negli approvvigionamenti. Poi grazie alla sensibilità del capo brigata Fabio Currelli, anche la complicata gestione della cucina a 2275 metri di altitudine, tra sciatori ed escursionisti prese forma, rivelandosi l’ennesimo successo del pluridecorato dominus del St Hubertus di San Cassiano. Civiltà della montagna. Golosissima la pancia di manzo, fumo e glassa al fieno. Geniale, l’orzotto, speck, coste e caprino. La storia delle montagne è raccontata anche attraverso l’ampia carta dei vini. Il servizio è sempre sorridente e non perde colpi nemmeno quando la luminosa sala, tutta acciaio e vetro, è al completo. Menu al buio a 58 e 72 euro. Alla carta circa 65