— Piazza Libertà, 11
Longa di Schiavon (VI)
Alla Veneziana
la sera; sabato e domenica anche a pranzo
tutte
Turno di chiusura: lunedì
Ferie: due settimane a ferragosto
Luigi Parise, tutte le mattine, corre in laguna veneta tra i suoi amici pescatori, per scegliere il pesce più fresco e buono. Ci penserà poi il figlio Davide, con la sua brigata di cucina, a sedurre i palati dei gourmet con l’imponente parata del crudo…

Il pesce come in riva al mare. Tutto merito della famiglia Parise che da 35 anni governa con passione e competenza uno dei più validi “luoghi” del pesce di tutto il Veneto. L’insegna rievoca una storia antica e l’origine del nome è qualcosa di più che una leggenda tramandata. Si narra che i nobili veneziani, usi a trascorrere le ferie in campagna, portassero con loro il pesce della laguna che portavano a cucinare nell’adiacente vecchia trattoria che da allora si fregiò del nome: alla Veneziana.

La vocazione della locanda affascinò Luigi Parise che da 35 anni, tutte le mattine, corre in laguna veneta tra i suoi amici pescatori, per scegliere il pesce più fresco e buono. Ci penserà poi il figlio Davide, con la sua brigata di cucina, a conquistare i palati con l’imponente parata del crudo (ostriche della Bretagna, capesante e “granseole” della laguna); con gli antipasti caldi (gransoporo all’olio, grigliata di cappelunghe e “pevarasse”; alici in barrique e pane grigliato); i succosi primi (lasagnetta allo zafferano con astice blu e zucchine; ravioli d’ostrica “Fines de claires”, scaglie di caviale e salsa d’alghe). Poi il sapore antico dell’anguilla chiara grigliata con sale grosso e limone o la fragranza del fritto di pescantina.

In cantina tante etichette selezionate con cura e passione: molti i vini biologici o biodinamici veri e soprattutto buoni. Menu: “Sostenibilità” a 45 euro; “Semplicità” a 70; “Creatività” a 98. Alla carta circa 70 euro. Nella Brasserie, aperta anche a pranzo, ottime pizze, buon pesce a 25/30 euro.

Percorrendo la provinciale che unisce Vicenza a Bassano, dopo Sandrigo, patria del baccalà, si arriva nel comune di Schiavon. In località Longa, sulla destra, un po’ a rientro, troverete il ristorante all’interno dello Sveet Hotel.