— Via Giaroni, 116
Caldogno (VI)
Al Molin Vecio
La cucina è schietta e guarda con passione alla tradizione vicentina e non si stanca mai di recuperare i molti piatti della memoria, compresi quelli creati con ingredienti molto semplici e umili. Una parte importante la recitano anche i pesci di acqua dolce come l’originale “scartosso” di avanotti fritti con…

Correva l’anno 1520 quando i Conti di Caldogno fecero censire anche il mulino le cui radici risalgono all’epoca romana. Il luogo è di quelli che rimangono dentro: una sorta di Arcadia. Un piccolo mondo immerso nel verde e sospeso fra le acque purissime della campagna vicentina. La filosofia della cucina è in sintonia con l’ambiente visto che tra i fornelli vengono utilizzati molti ingredienti provenienti dal frutteto e dall’orto di erbe officinali coltivate da Sergio Boschetto e dalla sua famiglia.

Nella bella stagione si può mangiare in veranda ascoltando l’allegra cantilena dell’acqua che scorre sotto l’antica e massiccia ruota che faceva girare le macine; mentre le sale di rustica eleganza, tra stufe e caminetti, rendono l’atmosfera davvero rilassante. La cucina è schietta e guarda con passione alla tradizione vicentina e non si stanca mai di recuperare i molti piatti della memoria, compresi quelli creati con ingredienti molto semplici e umili. Una parte importante la recitano anche i pesci di acqua dolce come l’originale “scartosso” di avanotti fritti con polentina; “scopeton” e formaggio Verlata al vino. Ottimi gli intramontabili bigoli con la “sardea”, in quaresima, o con “l’arna”, in autunno.

Delicato il salmerino di risorgiva agli agrumi; sempre golosi gli “osèi scapà” e sorbetti ai frutti del bosco. Vini buoni e poco ricaricati, etichette importanti comprese. Menu degustazione a 35 euro. Alla carta circa 45 euro, compresa una bella litografia di Galliano Rosset, cantore magistrale della civiltà contadina.

Dai caselli autostradali di Vicenza (A4), imboccare la circonvallazione esterna est-ovest e prendere la strada che porta all’aeroporto Dal Din. Dopo qualche chilometro, incontrerete un semaforo che dovrete superare, fino ad arrivare allo stop successivo. Quindi girate a sinistra e dopo trecento metri circa vedrete Al Molin Vecio tra gli alberi alla vostra sinistra.

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/ventavola/public_html/wp-content/themes/make-child/single.php on line 147