— Al Bagatto Srl
Via Luigi Cadorna, 7 (ang. Via Felice Veneziani)
Trieste (TS)
Al Bagatto
pranzo e cena
tutte
Turno di chiusura: domenica e lunedì a pranzo
Ferie: il primo di gennaio
Oggi sono Marko Kutnjac e la Famiglia Leonardi ad aver preso le redini del locale, vedendo nei giovani cuochi Jovic e Milos Milosevic dei veri virtuosi timonieri della cucina, capaci di far risplendere la loro creatività, onorando con sensibilità ciò che l’Adriatico offre

Aperto nel 1966 dalla Famiglia Marussi come semplice osteria, dove a riscaldare la tavola erano i piatti della tradizione, è ora uno dei locali più frequentati del lungomare triestino. Ora tutto è cambiato. L’arredamento, ad esempio, è stato rivisto in chiave moderna, seppur contempli ancora alcuni dettagli testimoni integerrimi del passato. E anche la proposta gastronomica è stata rimodulata in chiave più moderna con una maggiore attenzione alla scelta delle materie prime e alle modalità della presentazione dei piatti. Sono Marko Kutnjac e la famiglia Leonardi ad aver preso le redini del locale, vedendo nei giovani cuochi Jovic e Milos Milosevic proprio dei virtuosi timonieri della cucina, capaci di far risplendere la loro creatività, onorando con sensibilità ciò che l’Adriatico offre. Ecco allora il delizioso sgombro marinato in aceto e ‘mirin’ (una sorta di sake), cipolla rossa in saor, pinoli tostati e salsa al kren, che prepara il palato a un sontuoso piatto di spaghetti al burro affumicato e calamari appena scottati. Sul versante dei secondi, invece, carta bianca al pescato del giorno, servito sempre con raffinata semplicità. I dolci sono tutti golosi, ad esempio la mousse al pistacchio sabbiato e lingue di gatto. In sala, Giorgia Paliaga dispensa consigli puntuali sull’abbinamento cibo-vino, attingendo da oltre 300 etichette, friulane e slovene, ben selezionate e disponibili anche al calice. Per chi desidera lasciarsi guidare sulle onde del gusto, c’è un menu degustazione a 80 euro, con vini abbinati. Alla carta circa 60 euro